• Home
  • Attualità
  • Cronaca
  • Spettacoli
  • Cultura
  • Benessere
  • Magazine
  • Video
  • EN_blog

Mer07172024

Last updateLun, 27 Feb 2017 8pm

I navigatori presi nella rete s'incontrano al Magazzino 26 a Trieste

I navigatori presi nella rete s'incontrano al Magazzino 26 a Trieste

TRIESTE - La parola più ricercata in Italia dagli utenti di internet nei primi mesi del 2012 è "IMU", con picchi di aumento del 5000%, seguita da Terremoto (+300%), Twitter (+100%), Amazon (+100%). Il dato è stato reso noto il 22 giugno da Vincenzo Cosenza, della società di analisi Blogmeter, nella relazione iniziale di “State of the Net”, incontro internazionale sullo “stato” di Internet in Italia, in corso di svolgimento il 22 e 23 giugno a Trieste, presso il Magazzino 26 del Porto Vecchio. L'evento si può seguire in live streaming sul sito sotn.it

Ancora qualche dato: a livello nazionale sono 40 milioni i potenziali utenti della rete, 28 milioni quelli realmente attivi al mese, con un aumento del 7,6% rispetto al 2011, e 14 milioni nel giorno medio. Cresce il tempo speso online nel giorno medio (un’ora e 21 minuti) ma diminuiscono le pagine viste per persona (147).

A usare la rete sono di più gli uomini (7.587.000) rispetto alle donne (6.211.000); l’età più rappresentata è quella tra 25 e 34 anni. I termini più digitati nei motori di ricerca sono Facebook, Youtube, la propria casella di mail, Google (curiosamente si usa Google per cercare Google), il meteo e i giochi. Facebook è il luogo privilegiato di incontro, seguito a grande distanza da Twitter e da Linkedin.

"State of the Net" offre un'istantanea di quel che accade oggi sul Web in Italia, una discussione sull’esperienza dell’individuo e della collettività in Rete e una riflessione su cosa potrà accadere nel futuro.

L'evento triestino riunisce esperti internazionali con vasta conoscenza della rete per indagare lo stato dell’arte di Internet, attraverso testimonianze di utenti ed esperienze di comunicatori e blogger.

La conferenza nasce da un’idea di Beniamino Pagliaro, Paolo Valdemarin e Sergio Maistrello. Tra i relatori: Dave Snowden - uno dei maggiori specialisti nel campo del knowledge management -, Euan Semple, punto di riferimento per chi vuole trarre la massima efficienza dall’utilizzo del web - Marc Canter - uno dei primi imprenditori multimediali e fondatore di Macromedia -, Andrew Keen - come si definisce lui stesso, l’Anti Cristo della Silicon Valley -, Luigi Contu - Direttore dell’Ansa -, Luca Colombo - Country Manager per l’Italia di Facebook.

Margherita Hack compie 90 anni. Nominata Cavaliere di Gran Croce

Margherita Hack compie 90 anni. Nominata Cavaliere di Gran Croce

ROMA - Il Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, ha espresso alla professoressa Margherita Hack i più cordiali auguri per il suo novantesimo compleanno. Nell'occasione il Capo dello Stato ha conferito alla professoressa Hack il titolo di Cavaliere di Gran Croce, massima onorificenza "Al Merito della Repubblica Italiana".
Il riconoscimento è stato assegnato "per il costante e instancabile impegno profuso nella ricerca scientifica e al servizio della società che la rende esempio di straordinaria dedizione e coerenza per le giovani generazioni".

L'astrofisica toscana è nata a Firenze il 12 giugno del 1922 e festeggia i 90 anni a Trieste, dove vive da anni. "Non farò nulla di speciale, parteciperò solo a una semplice cerimonia organizzata in prefettura" ha detto la Hack.

Laureata in astrofisica con una tesi sulle Cefeidi nel 1945, Margherita Hack ha iniziato la sua carriera di docente universitaria nel 1964, quando entrò a far parte del corpo docenti dell'Università di Trieste insegnando astronomia, ottenendo inoltre l'incarico di direttore del piccolo Osservatorio astronomico sito su un colle non lontano dal centro città.

Margherita Hack è inoltre autrice di numerosi volumi di divulgazione scientifica, sia per adulti che per bambini, per appagare la curiosità degli astrofili dilettanti appassionati di stelle e pianeti.

Furio Honsell torna matematico a Pordenonepensa

Furio Honsell torna matematico a Pordenonepensa

Giocare con i numeri? Si può. Ancora meglio se poi ad insegnarlo è un docente d’eccezione come il prof. Furio Honsell. Lo studioso presenta martedì 5 giugno alle 20.45 a palazzo Tadea di Spilimbergo (piazza Castello), nell'ambito della manifestazione "Pordenonepensa", il libro “Curiosità e divertimenti con i numeri”, scritto a quattro mani con un altro esperto matematico, Giorgio Bagni.

Si tratta di un divertente volume nato a commento di un’opera divulgativa del matematico ed economista rinascimentale Luca Pacioli: il manoscritto "De viribus quantitatis". Elencati i principi matematici e geometrici, fra’ Luca propone una divertente sequenza di passatempi matematici e topologici, trucchi con le carte e indovinelli; il lettore si trova così coinvolto in un’appassionante ricerca di risultati e soluzioni.  

Anche gli aneddoti e i segreti, che si traducono in consigli per vivere meglio, affascinano e trasportano in un mondo antico ricco di soluzioni incredibilmente moderne. Il commento a problemi e indovinelli è affidato a Furio Honsell, già Rettore dell’Università friulana, matematico e storico dei numeri: con uno stile raffinato e arguto ne evidenzia i passaggi più curiosi, inaspettati e profani, intervistato dal primo cittadino di Spilimbergo Renzo Francesconi ed accompagnato da Duilio Contin, bibliologo e direttore della Bibliotheca Antiqua di Aboca Museum.

(www.pordenonepensa.it)

Chi siamo

Direttore: Maurizio Pertegato
Capo redattore: Tiziana Melloni
Redazione di Trieste: Serenella Dorigo
Redazione di Udine: Fabiana Dallavalle

Pubblicità

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Privacy e cookies

Privacy policy e cookies

Questo sito è impostato per consentire l'utilizzo di tutti i cookie al fine di garantire una migliore navigazione. Se si continua a navigare si acconsente automaticamente all'utilizzo. Per comprendere altro sui cookie e scoprire come cancellarli clicca qui.

Accetto i cookie da questo sito.