• Home
  • Attualità
  • Cronaca
  • Spettacoli
  • Cultura
  • Benessere
  • Magazine
  • Video
  • EN_blog

Mer02082023

Last updateLun, 27 Feb 2017 8pm

Star bene

DanceFiber: dopo Londra, Parigi e Milano il temporary store apre a Udine

DanceFiber: dopo Londra, Parigi e Milano il temporary store apre a Udine

Dopo Parigi e Milano DanceFiber arriva a UDINE dal 9 al 23 dicembre con uno show room allo spazio eventi “Il Tempo Per Te” in Via Vittorio Veneto 138b. Ma che cos’è DanceFiber? Una linea di abbigliamento in fibre 100% naturali prodotta in Francia e in Italia, pensata per la danza, lo yoga, il fitness ed il tempo libero messa a punto da Lucia della Putta, udinese, creatrice del marchio DanceFiber è residente in Francia da molti anni e ha alle spalle una carriera da ingegnere e manager nel settore delle tecnologie tessili e industriali ma allo stesso tempo insegnante di danza jazz. “Un’idea nata da una necessità nel totale rispetto della natura, spiega la designer. Lo scorso dicembre abbiamo aperto un “temporay store” a Montmartre per presentare la mia prima collezione composta da “scaldacuore, felpe, calzamaglie, body, pantaloni da Jogging in cotone e lana extra fine. La particolarità dei miei capi è che sono realizzati con materiali naturali, dai tessuti (cotone biologico certificato e lana merinos) ai fili per le cuciture, fino alle tinture artigianali a base di pigmenti vegetali di certi capi. Volevo fare moda nel totale rispetto della natura. A Parigi e a Milano dove sono stata a presentarli sono stati apprezzati sia per uso funzionale da chi pratica danza, Yoga o altre discipline di mantenimento fisico come il Pilates o lo stretching ma anche da ragazzine, ragazze e signore di tutte le età che cercano un abbigliamento comodo e respirabile ma dal look moderno e piacevole per la vita quotidiana. In occasione delle feste di fine anno vi invito ad una serie di eventi organizzati insieme ai molti amici di Udine con i quali ho mantenuto i contatti. Insieme festeggeremo il mio primo anno di attività”.

Venerdì 9 Dicembre, ore 16:30-19:00 Apertura dello showroom con rinfresco a base di tè e dolci prodotti da Damadolce, laboratorio di pasticceria artigianale senza glutine a Udine.

Da venerdi 9 a domenica 11 Dicembre ore 10:00-12:30 e 16:00-19:00 Mostra fotografica: “DanceFiber vista con gli occhi del fotografo Alessandro Rizzi”.

Venerdì 16 Dicembre, ore 17:00-18:00 Una tazza di té in compagnia della giornalista e scrittrice Fabiana Dallavalle; letture dal suo primo romanzo “La carezza dell’acqua” con gli attori Valdi Tessaro e Marta Massarutti.

Sabato 17, ore 16:00 - ore 17:00 - ore 18:00 “Improvvisazioni danzate” a cura di Laura Della Longa di Spazio Corpo.

Martedì 20, ore 18:00-19:00*Workshop “Esercizi per star bene: Autolifting di Viso e Collo” a cura della Dott.ssa Roberta Aditi Beghi. Essendo lo spazio limitato si prega cortesemente di prenotarsi agli eventi contrassegnati da un asterisco scrivendo a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

“Piacevolmente Carso” tra natura storia e pace

“Piacevolmente Carso” tra natura storia e pace

Trieste - A conclusione del ciclo di escursioni “Piacevolmente Carso - estate”, domenica 25 settembre la cooperativa Curiosi di natura propone dalle 9.30 alle 13 una visita tra natura, storia e pace nel Parco della Grande Guerra di Monfalcone.

Sul colle dietro alla stazione ferroviaria, tra il verde del bosco e scorci panoramici, si visiteranno alcune delle notevoli trincee, scenario cento anni fa di durissimi scontri tra soldati austro-ungarici e italiani. Con letture, testimonianze e riflessioni sul tema della guerra.

Percorrendo facili sentieri sterrati, tra le suggestioni della natura, si raggiungeranno le fortificazioni di Quota 121, passate nel 1916 dagli austriaci agli italiani con la Sesta battaglia dell’Isonzo. Si scenderà poi nell’area monumentale di Quota 85, intitolata a Enrico Toti ma dedicata “A tutti i Caduti della Prima Guerra Mondiale”, e inserita come “Sentiero della Pace” tra gli itinerari del Centenario della Grande Guerra.

La visita di Curiosi di natura, seconda parte di quella iniziata in agosto su un altro itinerario del Parco di Monfalcone, si propone come un momento di “meditazione attiva” sulla natura, la guerra e la pace, usando le suggestioni dell’ambiente, la letture di testimonianze di combattenti, e riflessioni spazianti da Papa Benedetto XV, a Julius Kugy, a Tiziano Terzani.

Il percorso ha un dislivello di meno di 100 metri ed è adatto anche a persone poco allenate. Si raccomandano però scarpe da escursione, o per sentieri sterrati e sassosi. Alla visita seguirà la possibilità di degustazioni in agriturismi, con un buono sconto.

Ritrovo alle 9.15 di fronte alla Stazione ferroviaria di Monfalcone. Ampia possibilità di parcheggio.

È consigliata la prenotazione.Informazioni all'email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. al cell. 340.5569374 e sul sito www.curiosidinatura.it

L'iniziativa è organizzata da Curiosi di natura con il contributo della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia, il patrocinio della Ue.Coop e Banca Etica e la collaborazione di Coldiretti Trieste, Campagna Amica e i Gruppi d'Iniziativa Territoriale di Banca Etica di Trieste-Gorizia e Udine.

Chiude con Daniele D'Agaro e il suo Organ Madness Trio, la seconda edzione di Cucina Carducci

Chiude con Daniele D'Agaro e il suo Organ Madness Trio, la seconda edzione di Cucina Carducci

Si è chiusa ieri,  (domenica 3 novembre) con il concerto jazz di Daniele D'Agaro e il suo Organ Madness trio, la seconda edizione di Cucina Carducci, il ristorante vegano allestito da Elite Events & Design nella ex libreria di piazza XX Settembre. Come nella prima edizione, in occasione di Friuli Doc, si è trattato di un ristorante temporaneo, aperto e chiuso nel giro di pochi giorni. “Cucina Carducci è e resterà sempre un temporary restaurant – dicono gli organizzatori Stefano Riva e Luca Bernardis – perché siamo convinti che sia la formula migliore per avere successo”. Il ristorante temporaneo è già realtà in molte grandi città, soprattutto all'estero, a Udine una proposta simile mancava, così come uno spazio in centro città dedicato alle persone che non mangiano carne, né pesce o derivati. In quattro giorni, da giovedì sera fino a oggi (domenica) circa 2 mila persone sono passate per Cucina Carducci, tra vegani, vegetariani e semplici curiosi. C'è chi si è fermato a pranzo, chi solo a bere un bicchiere, e chi ha partecipato a uno degli incontri in programma nei pomeriggi: si è parlato di erbe spontanee, architettura indiana e mindfulness. Tra le novità di questa edizione, il menù senza glutine, dedicato alle persone celiache e le specialità crudiste, per chi ama mangiare i piatti al naturale, senza nessun processo di cottura. “Abbiamo capito che c'è un pubblico che ci segue e crede nel nostro progetto – continuano gli organizzatori – evidentemente abbiamo colmato un vuoto. Cucina Carducci non è solo un locale, ma anche un luogo di aggregazione, dove conoscersi e scoprire nuovi piatti e nuove nozioni sul cibo”. Spesso persone che non si conoscono condividono lo stesso tavolo e in questi giorni sono nate nuove amicizie e collaborazioni. “In contemporanea abbiamo partecipato anche a Good, il salone del gusto – spiegano ancora – e ci siamo fatti conoscere dagli addetti ai lavori e dal pubblico che ha particolarmente apprezzato i nostri piatti vegani takeaway. L'idea è quella di ritornare nei prossimi mesi con un'edizione tutta rinnovata di Cucina Carducci”.

 

Chi siamo

Direttore: Maurizio Pertegato
Capo redattore: Tiziana Melloni
Redazione di Trieste: Serenella Dorigo
Redazione di Udine: Fabiana Dallavalle

Pubblicità

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Privacy e cookies

Privacy policy e cookies

Questo sito è impostato per consentire l'utilizzo di tutti i cookie al fine di garantire una migliore navigazione. Se si continua a navigare si acconsente automaticamente all'utilizzo. Per comprendere altro sui cookie e scoprire come cancellarli clicca qui.

Accetto i cookie da questo sito.