• Home
  • Attualità
  • Cronaca
  • Spettacoli
  • Cultura
  • Benessere
  • Magazine
  • Video
  • EN_blog

Mer02082023

Last updateLun, 27 Feb 2017 8pm

Hindi Zahra un miscuglio di stili per un concerto che si annuncia di alta qualità al Miela

Trieste - Una grande serata, quella al teatro Miela sabato 25 febbraio alle ore 21.30 al teatro Miela, con un’artista internazionale come Hindi Zahra, che riassume con la sua musica diverse provenienze e diverse culture, un vero miscuglio di stili che ha per filo conduttore la sua affascinante e bellissima voce.

C’è chi l’ha definita “la Patti Smith del Nordafrica” e chi si è spinto ad azzardare analogie addirittura con Billie Holiday. La critica internazionale la inserisce in una prestigioso elenco di paragoni musicali che comprendono Beth Gibbons dei Portishead, le sonorità di Manu Chao e quelle di Norah Jones.

Hindi Zahra è minuta, il volto incorniciato dai lunghi capelli neri. Appena avvicina le labbra al microfono l’orecchio si tende con dolcezza in modo irresistibile catturato da melodie originali, sostenute da accenti gitani o da un cenno di blues mentre il tempo si sospende in un’intimità poetica sostenuta da un timbro felino difficile da dimenticare.

Per lei la musica è una questione di famiglia e un po’ il romanzo della sua vita. Nata in Marocco a Khouribga, a 15 anni si trasferisce in Francia con il padre. Trova lavoro al Louvre e nel frattempo scrive qualcosa come 50 canzoni. Nel 2009 esordisce con un ep omonimo e l’anno dopo esce il suo primo album registrato in studio dal titolo Handmade, un piccolo gioiello musicale: intimo, essenziale, leggero e che contiene, tra le altre, la straordinaria "Beautiful tango" una ballata con accenti di eterna nostalgia. Un inno all’amore che diventa un successo internazionale.

Un disco capace sia di figurare egregiamente in hit parade, sia di raccogliere concordi consensi di critica, come dimostra il Constantin Prix, riconoscimento destinato oltralpe agli esordienti ed il premio Victoires de la musique per il migliore album nella categoria Musiques du monde, tutti e due conferiti nel 2011.

Ad aprile del 2015, cinque anni dopo Handmade, esce il suo secondo album in studio: Homeland, registrato tra un riad di Marrakesh e l’oceano di Essaouira, tra uno studio di registrazione parigino e la città spagnola di Cordoba, seguendo le orme della musica gitana. Ancora più del precedente questo disco è segnato da una spiccata vocazione multiculturale. Ciò vale tanto per l’impianto musicale, frutto di un’alchimia fra tradizioni del luogo nativo e sonorità che spaziano dal jazz al blues, dal flamenco alla bossa nova, quanto per i testi. Hindi Zahra alterna qui con disinvoltura francese, inglese, arabo marocchino e tamazight, lingua dell’etnia berbera di appartenenza.

Con Homeland, Hindi Zahra torna finalmente a casa: “Tornare in Marocco è stato un sollievo per me. E’ uno dei paesi culturalmente più interessanti perché fonde elementi berberi, africani e mediterranei. Ho cominciato a viaggiare nel sud del paese, tra il deserto, le montagne e l’oceano. Questi elementi sono stati la vera espressione del movimento della vita e della sua potenza. Questo viaggio è stato la più pura forma di ispirazione per me, la musica ha sempre viaggiato mentre le radici sono le basi del nostro spirito e della nostra immaginazione".

Dopo svariati tour internazionali e la partecipazione all’album tributo per Nina Simone "Au tour de Nina", Hindi Zahra può dirsi dunque artista compiuta. A maggior ragione considerando anche l’attività parallela di attrice che l’ha portata a recitare sul grande schermo in "The Cut" di Fatih Akin, presentato nel 2014 alla Mostra del Cinema di Venezia, e "Itar el-Layl" di Tala Hadid.
Organizzazione: Bonawentura

Prevendita c/o biglietteria del teatro tutti i giorni dalle 17.00 alle 19.00.Prevendita on-line su http://www.vivaticket.it/ita/event/hindi-zahra/94023

 

Unica tappa italiana per Sting a Cividale del Friuli per Mittelfest 2017

Cividale del Friuli (Ud) - La storica connotazione internazionale di Mittelfest si conferma quest’anno riproponendo la fortunata collaborazione con Zenit srl, Comune di Cividale, Regione Friuli Venezia Giulia e Agenzia PromoTurismoFVG per un’operazione corale che permetterà nuovamente di ospitare una grande star della musica mondiale

A suggellare la 26.ma edizione della rassegna con un strepitoso evento live sarà il grande Sting, fra i più importanti esponenti della musica di sempre, dal vivo il prossimo 25 luglio sul palco del Parco della Lesa.

Quello di Cividale sarà anche l’unica data italiana per il Nordest del nuovo tour mondiale dell’artista britannico dal titolo “57th & 9th”, evento che richiamerà di certo moltissimi appassionati anche da tutta Italia e dai nostri vicini europei. I biglietti per il concerto saranno disponibili sui circuiti Ticketone, Eventim e OeTicket a partire dalle 12.00 di venerdì 17 febbraio.

I biglietti per il concerto saranno disponibili sui circuiti Ticketone, Eventim e OeTicket a partire dalle 12.00 di venerdì 17 febbraio. Tutte le info su www.azalea.it .

 

Tutte le info su www.azalea.it .

 

“Comunisti col Rolex Tour” di J-Ax & Fedez a Trieste il 16 aprile. L’album esce il 20 gennaio

“Comunisti col Rolex Tour” di J-Ax & Fedez a Trieste il 16 aprile. L’album esce il 20 gennaio

Trieste - L’appuntamento col tour di J-Ax & Fedez a Trieste è atteso per il 16 aprile prossimo: i biglietti sono già in vendita. Si tratta del “Comunisti col Rolex Tour”, legato al nuovo album uscito oggi venerdì 20 gennaio.

“Comunisti col Rolex” è un lavoro nato dalla collaborazione fra i big del rap italiano J-Ax & Fedez. La coppia di artisti, per la prima volta insieme, ha realizzato un disco che unisce i loro mondi, gusti e influenze musicali.

Distribuito da Sony Music, “Comunisti col Rolex” contiene 16 brani inediti, in cui sono presenti anche i featuring con i più importanti nomi della scena pop italiana: Alessandra Amoroso, Arisa, Loredana Bertè, Alessia Cara, Giusy Ferreri, Nek, Sergio Sylvestre, Stash e Levante.

Dopo i sei dischi di platino con il singolo “Vorrei ma non Posto”, il successo dei due si prepara ad invadere anche i palasport con il tour di prossima partenza nelle principali città italiane.

L’unica data in Friuli Venezia Giulia del “Comunisti col Rolex Tour” è in programma la notte di Pasqua, domenica 16 aprile alla Pala Rubini Alma Arena di Trieste.

Il miglior modo per disinnescare un insulto è quello di rubarlo ai tuoi detrattori. Da qui, il titolo dell’album di J-Ax e Fedez: “Ci hanno chiamato spesso “Comunisti col Rolex”, come a voler mettere in risalto una contraddizione che non esiste. Un modo per indebolire le nostre posizioni, facendo leva sull'ipotetica incoerenza di due artisti che pur guadagnando bene continuano a trattare tematiche sociali. Si tratta della polemica annosa, e tutta italiana, del "cuore a sinistra e portafogli a destra" – raccontano i due artisti.

“Ecco, per noi "Comunisti col Rolex" non significa incoerenza, ma merito. È la dimostrazione che in Italia ci si può ancora arricchire onestamente. Ed è una cosa di cui andiamo fieri.”

Il disco è un alternarsi di suggestioni: dalla visione introspettiva dei proprio sentimenti in “Assenzio”, alla globalizzazione e la standardizzazione dei trend in “Tutto il mondo è periferia”, passando ad un’analisi positiva del proprio paese, che tanto ha permesso di ottenere ad entrambi, in “L’Italia per me”.

L’album è disponibile nelle piattaforme streaming, in digital download e in tutti i negozi di dischi, in formato Standard, Doppio Vinile e, inoltre, nella speciale confezione Deluxe (cd e una bandiera a tema) e Super Deluxe, che comprenderà un Picture Vynil con doppio singolo (da un lato “Assenzio” e dall’altro “Vorrei Ma Non Posto” con foto), supporto in plexiglas per esposizione, il doppio vinile con l’intero disco e la bandiera a tema.

“Comunisti col Rolex” è scritto interamente dalla coppia, con la partecipazione di Calcutta ai testi di “Milano Intorno” e “Allergia”. L’album è stato registrato negli studi di Newtopia a Milano e prodotto dalla coppia Takagi & Ketra (rispettivamente Alessandro Merli e Fabio Clemente), che ha già collaborato a molte delle recenti hit di maggior successo, tra cui Vorrei ma non posto e Assenzio. L’uscita del disco è stata anticipata da “Vorrei ma non posto”, la hit sei dischi di platino, e dal disco d’oro  “Assenzio” feat. Stash e Levante. Il nuovo singolo, “Piccole cose” feat. Alessandra Amoroso, sarà in rotazione e in vendita da sabato 21 gennaio.

Lo spettacolo di Trieste è organizzato da Zenit srl, in collaborazione con la Regione Friuli Venezia Giulia, Alma Pallacanestro Trieste 2004, Saludo Italia e Newtopia. I biglietti sono in vendita sul circuito Ticketone. Info e punti vendita su www.azalea.it.

Chi siamo

Direttore: Maurizio Pertegato
Capo redattore: Tiziana Melloni
Redazione di Trieste: Serenella Dorigo
Redazione di Udine: Fabiana Dallavalle

Pubblicità

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Privacy e cookies

Privacy policy e cookies

Questo sito è impostato per consentire l'utilizzo di tutti i cookie al fine di garantire una migliore navigazione. Se si continua a navigare si acconsente automaticamente all'utilizzo. Per comprendere altro sui cookie e scoprire come cancellarli clicca qui.

Accetto i cookie da questo sito.