• Home
  • Attualità
  • Cronaca
  • Spettacoli
  • Cultura
  • Benessere
  • Magazine
  • Video
  • EN_blog

Mer07282021

Last updateLun, 27 Feb 2017 8pm

Mondo della scienza in lutto: muore a Trieste il professor Mario Tosi, fisico della materia

Mondo della scienza in lutto: muore a Trieste il professor Mario Tosi, fisico della materia

Trieste - Il fisico Mario Tosi, professore emerito alla Scuola Normale Superiore di Pisa, considerato uno dei fondatori della fisica della materia in Italia, è morto domenica 1° novembre nella sua casa di Trieste all'età di 83 anni.

Nato l'8 settembre 1932 a Milano, Mario Tosi si era laureato in fisica all'Università di Pavia nel 1954. Agli inizi della carriera era stato ricercatore all'Argonne National Laboratory e professore di fisica dei solidi presso l'Università di Messina.

Aveva poi insegnato Metodi matematici della fisica all'Università di Roma e Struttura della materia all'Università di Trieste, prima di essere chiamato dalla Scuola Normale Superiore di Pisa, dove dal 1991 al 2007 è stato professore di Struttura della materia. Attualmente era professore emerito presso il medesimo Ateneo.

Dal 1978 al 1991 aveva diretto le attività di Condensed Matter Physics all'International Centre for Theoretical Physics di Trieste.

Durante la sua attività di ricerca il professor Tosi si è occupato di fisica teorica e meccanica statistica degli stati aggregati della materia (solidi, liquidi e gas) ed in particolare di correlazioni nei fluidi elettronici; condensati di Bose-Einstein; gas degeneri di fermioni e miscele di bosoni e fermioni; liquidi ionici e metalli liquidi.

Start Cup FVG a Trieste fa otto

Start Cup FVG a Trieste fa otto

Trieste - Si chiamano Buono Vending, Liquor Mellium, PicoSaTs, Neuromicronica, BiopoLife, MEDiary, TapFood e NextFEM gli 8 vincitori dell'edizione 2015 di Start Cup FVG, la competizione tra idee d'impresa e startup, ideata per sostenere la nascita e la crescita di aziende innovative, organizzata e promossa da Università degli Studi di Udine, Università degli Studi di Trieste, SISSA - Scuola Internazionale Superiore di Studi Avanzati di Trieste, Gruppo Giovani Imprenditori Confindustria FVG, AREA Science Park, Friuli Innovazione, Innova FVG, Polo Tecnologico di Pordenone, Fondazione Cassa di Risparmio di Udine e Pordenone, Fondazione CRTrieste, Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia, Federazione delle Banche di Credito Cooperativo del Friuli Venezia Giulia, Mediocredito FVG, e Banca Popolare di Cividale.

Si tratta di progetti che spaziano da un macchinario per la vendita automatica di vero gelato artigianale sfuso ovunque Buono Vending; un sistema per ottenere l’idromele, una bevanda derivata dalla fermentazione del miele, diffusa all'epoca dei romani, poi andata in disuso, e realizzata in maniera artigianale a Km zero Liquor Mellium; un satellite innovativo, di piccola dimensione, ma con caratteristiche all'avanguardia, che può essere personalizzato dall'utilizzatore finale per adattarsi al meglio alle sue esigenze PicoSaTs; una serie di strumenti per aiutare i neuroricercatori nelle loro ricercheNeuromicronica; un nuovo biopolimero a elevato valore tecnologico realizzato da fonti naturali/rinnovabili adatto a usi biomedicale, cosmetico e nutraceutico/alimentare biopoLife; un sistema informatico semplice (app) per evitare le interazioni negative e pericolose tra farmaci e tra farmaci e prodotti erboristici MEDiary; un sistema tecnologico che da un lato si rivolge a chi vuole ordinare il proprio pasto via internet / app ma al contempo aiuta il ristoratore a gestire al meglio la propria azienda (ordini, cassa, ecc...) TapFood; un software innovativo per agevolare il calcolo strutturale condotto dall’ingegnere professionista NextFEM

I quattro progetti IDEAS vincitori hanno ottenuto un premio di € 5.000,00 ciascuno.  I quattro progetti STARTUP hanno ricevuto ciascuno: un premio di € 5.000,00 e servizi per un valore di € 20.000,00 di pre-incubazione o incubazione fisicae mentoring presso un incubatore certificato; accesso al mercato degli investimenti nel capitale di rischio (business angel, seed e venture capital); assistenza e supporto per lo sviluppo della start up (comunicazione, proprietà industriale, aspetti legali e fiscali, ecc.); e di formazione e tutoraggio dei neo imprenditori. 

Presentati da Gioia Meloni, giornalista della TGR RAI del Friuli Venezia Giulia, sul palco della Centrale Idrodinamica del Porto Vecchio di Trieste, per premiare neolaureati, imprenditori, professionisti, giovani, ricercatori e docenti accademici, sono intervenuti: il Magnifico Rettore dell’Università di  Trieste prof. Maurizio Fermeglia, il delegato del Rettore al  trasferimento tecnologico dell’Università di Udine prof. Giuseppe  Damante e il direttore della SISSA il prof. Guido Martinelli;  il sindaco del Comune di Trieste Roberto Cosolini e il Commissario dell’Autorità portuale Zeno D’Agostino; i rappresentanti dei 4 Parchi Scientifici e Tecnologici Regionali: il Vicepresidente di Area Science Park Roberto Della Marina, il Presidente di Friuli Innovazione il Guido Nassimbeni, il Presidente di Innova FVG Michele Morgante, il Direttore Generale del Polo Tecnologico di Pordenone Franco Scolari; il  Vicepresidente e assessore alle attività produttive della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia Sergio Bolzonello; il vicepresidente del Consiglio di Amministrazione della Fondazione  Cassa di Risparmio di Trieste Lucio Del Caro, il Vicepresidente della Fondazione Cassa di Risparmio di Udine e Pordenone Oldino Cernoia; il Presidente della Federazione BCC del Friuli Venezia Giulia Giuseppe Graffi Brunoro, il Presidente di  Mediocredito FVG Cristiana Compagno, il Vice Direttore Generale della Banca di  Cividale Gianluca Picotti; il Presidente del Gruppo Giovani  Imprenditori di Confindustria Friuli Venezia Giulia  Matteo Di Giusto.

 

Per la sezione Agrifood – Cleantech (prodotti e/o servizi innovativi orientati al miglioramento della sostenibilità ambientale, tramite il miglioramento della produzione agricola, la salvaguardia dell'ambiente, la gestione dell'energia) sono stati premiati Buono Vending (categoria IDEAS) e Liquor Mellium (categoria startup).

Per la sezione Industrial (prodotti e/o servizi innovativi per la produzione industriale innovativi dal punto di vista della tecnologia o del mercato) sono stati premiati Buono Vending (categoria IDEAS) e Liquor Mellium (categoria startup).

Per la sezione Life Science (prodotti e/o servizi innovativi per migliorare la salute delle persone) sono stati premiati Buono Vending (categoria IDEAS) e Liquor Mellium (categoria startup).

Per la sezione ICT (prodotti e/o servizi innovativi nell'ambito delle tecnologie dell'informazione e dei nuovi media: e-commerce, social media, mobile, gaming, ecc.) sono stati premiati Buono Vending (categoria IDEAS) e Liquor Mellium (categoria startup).

La serata triestina è stata la chiusura di un percorso apertosi ad aprile a Pordenone, con il lancio del bando, cui hanno risposto ben 442 utenti e 234 progetti, facendo della competizione la seconda Start Cup più frequentata a livello italiano. Start Cup FVG è poi proseguita fino al 3 luglio quando, nel corso della "Notte degli Angeli", la semifinale tenutasi a Udine, sono stati annunciati i 24 progetti scelti dal Comitato di Valutazione. Durante l'estate, coadiuvati da un “angelo”, i finalisti hanno dovuto preparare il business plan definitivo con cui hanno poi concorso alla finale.

Al termine della serata di Start Cup FVG sono stati annunciati i 4 progetti per cui si  aprono le porte della finale nazionale del PNI – Premio Nazionale dell'Innovazione, che si terrà a Cosenza il 3 e 4 dicembre 2015:  Swinergy, Neuromicronica, biopoLife, e TapFood.

Start Cup FVG vede come supporter BIC Incubatori FVG, IRCCS CRO di Aviano, i network di Business Angels IAG – Italian Angels for Growth e Custodi di Successo FVG, il Consorzio Friuli Formazione, la Direzione centrale salute, integrazione socio sanitaria, politiche sociali e famiglia e le aziende Acciaierie Bertoli Safau S.p.A., Electrolux Professional e Fincantieri. Partner tecnici dell'iniziativa infine iVision e Studio Sandrinelli Srl.

Festival Scienzartambiente al via: una sintesi tra l’arte, la letteratura e la scienza

Festival Scienzartambiente al via: una sintesi tra l’arte, la letteratura e la scienza

Pordenone - Parte mercoledì 28 ottobre la 19ª edizione del festival "Scienzartambiente… per chi sa di non sapere": dopo 18 anni di divulgazione delle scienze, la manifestazione del Comune di Pordenone con Immaginario Scientifico rinnova la sua identità e sotto la guida del filosofo della scienza Stefano Moriggi  - che compone il Comitato scientifico con Sveva Avveduto (CNR di Roma), e Serena Mizzan (Direttrice di Immaginario Scientifico) - si avvia a divenire il primo festival italiano sull’innovazione didattica.

"Gli incontri, i laboratori, le testimonianze, che compongono il programma sono una solida base operativa per un disegno più ampio", spiega Moriggi. "Ovvero la progettazione di attività e sperimentazioni che possano coinvolgere e far interagire tra loro le eccellenze scolastiche sparse sul territorio italiano (a partire da Pordenone) e i più importanti centri di ricerca ed esperti del settore a livello nazionale".

Tra i temi dominanti dell’edizione 2015 – che si articola tra incontri pubblici e appuntamenti rivolti agli studenti - c’è la necessità di operare una sintesi tra l’arte, la letteratura e la scienza.

A parlarne l'italianista Massimo Arcangeli, protagonista nella serata inaugurale (mercoledì 28, ore 20.45 Convento di San Francesco) dell’incontro “Dante e Liszt. Le parole oltre le parole” affiancato dal pianista Lorenzo di Bella, dell’Accademia pianistica delle Marche di Recanati: un vortice di parole e musica per raccontare la profonda “sintonia” tra due linguaggi, oltre che tra due geni così lontani nel tempo, ma così vicini nella grandezza della loro produzione artistica.

Sarà lo stesso Arcangeli ad aprire la giornata di giovedì (Convento di San Francesco, ore 9.30) con un ulteriore appuntamento dedicato a Dante e, in particolare, alle caratteristiche ipertestuali della Divina Commedia, e ai nuovi strumenti digitali che ne consentono una fruizione “aumentata”.

Nella mattinata di giovedì prende avvio anche la prima parte dei laboratori, quelli realizzati da Immaginario Scientifico, che propone una serie di attività rappresentative dei diversi metodi utilizzati nella didattica informale: quattro laboratori corrispondenti a quattro diverse metodologie, ognuna delle quali viene diversificata in funzione dell’età, con l’obiettivo di offrire un supporto al mondo della scuola e di rafforzare il dialogo fra le nuove generazioni e la scienza.

In tal senso si è pensato anche ad uno specifico incontro per insegnare ai ragazzi come acquisire notizie corrette in rete, nonché incontri formativi per gli insegnanti sulle metodologie didattiche.

Da segnalare il laboratorio “La scienza nelle costruzioni” che utilizza la metodologia dell’inquiry based science education, un processo di apprendimento che permette di acquisire i principi scientifici con l’utilizzo libero dei materiali.

Ancora nella stessa mattinata un laboratorio sul fenomeno della pressione realizzato con il metodo più classico della didattica informale con sperimentazione pratica e diretta del fenomeno trattato. In mattinata anche il laboratorio per i più piccoli di Silvia Pignat, “La fabbrica dei perché” che spiega e incoraggia l’importanza di farsi domande, un atto creativo che comprende curiosità, apertura mentale e capacità di gestire il caos e l’incertezza.

Il festival prosegue fino a venerdì con esperti di rilievo nazionale, quali Umberto Curi, Paolo Ferri, Roberto Maragliano e Roberta De Monticelli che con la sua lectio sulle dimissioni di Socrate chiuderà ufficialmente il festival.

Chi siamo

Direttore: Maurizio Pertegato
Capo redattore: Tiziana Melloni
Redazione di Trieste: Serenella Dorigo
Redazione di Udine: Fabiana Dallavalle

Pubblicità

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Privacy e cookies

Privacy policy e cookies

Questo sito è impostato per consentire l'utilizzo di tutti i cookie al fine di garantire una migliore navigazione. Se si continua a navigare si acconsente automaticamente all'utilizzo. Per comprendere altro sui cookie e scoprire come cancellarli clicca qui.

Accetto i cookie da questo sito.