• Home
  • Attualità
  • Cronaca
  • Spettacoli
  • Cultura
  • Benessere
  • Magazine
  • Video
  • EN_blog

Mer07282021

Last updateLun, 27 Feb 2017 8pm

Internet Day FVG: a 30 anni da Internet, la rete per facilitare la vita dei cittadini

Internet Day FVG: a 30 anni da Internet, la rete per facilitare la vita dei cittadini

FVG - È in corso in varie sedi il 29 aprile "Internet day FVG". A 30 anni dell'avvento di internet in Italia la Regione Friuli Venezia Giulia e Insiel S.p.A. celebrano l'evento con oltre 170 manifestazioni ed eventi che vedono coinvolte scuole, imprese, pubblica amministrazione e cittadini.

I principali appuntamenti della giornata hanno riguardato i servizi istituzionali. Il workshop sull'Agenda Digitale ed il lancio del nuovo portale si è svolto nell'Auditorium della Regione a Udine, mentre a Monfalcone un appuntamento era dedicato ai giovani e alle esperienze di alternanza scuola-lavoro con il coinvolgimento delle Camere di Commercio.

A Trieste è stato poi sottoscritto il primo protocollo d'intesa che applica a livello regionale il piano "Digitaliani", che prevede investimenti strategici a livello nazionale per 100 milioni di euro.

La presidente della Regione Debora Serracchiani e l'amministratore delegato di Cisco Italia Agostino Santoni hanno firmato nell'Area di ricerca di Trieste l'accordo per una serie di iniziative che verranno coordinate dalla società informatica in-house Insiel.

Cinque le aree di intervento previste: le competenze digitali negli Istituti tecnici e nell'Università, la Business innovation, l'innovazione tecnologica del Porto di Trieste, nuovi servizi digitali per la sanità e l'industria 4.0.

Inoltre, sempre nell'ambito dell'evento, il ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca Stefania Giannini sabato 30 aprile è a Trieste per la stipula del protocollo per la Scuola digitale.  

Alle ore 11.15, nella sede di Insiel Spa (in via Francesco d’Assisi 43, a Trieste), il ministro firma l’accordo di programma insieme alla presidente della Regione Fvg, Debora Serracchiani. Si tratta del primo accordo di questo tipo tra il Miur e una Regione.

Le scuole hanno svolto un ruolo fondamentale nell'Internet day, con una settantina di istituti coinvolti. L'ISIS Galilei Fermi Pacassi di Gorizia ha presentato 30 iniziative per i 30 anni di internet, l'Istituto Nautico di Trieste ha messo a disposizione i simulatori di volo e di navigazione.

Spazio anche al tema del cyberbullismo, con eventi dedicati ai bambini, ai ragazzi, agli insegnanti e agli operatori in tutti e quattro i capoluoghi di provincia.

All'Internet day FVG partecipano anche i poli tecnologici della regione e i distretti tecnologici, con approfondimenti sulla sicurezza informatica, sull'evoluzione del cloud, sul crowdfunding, sulla banda larga.

Grande attenzione è stata riservata alla cultura, con il rendering 3D della Fondazione Aquileia navigabile direttamente sul sito archeologico e la realtà aumentata per il dinosauro Antonio al Villaggio del Pescatore.

Alcune iniziative hanno riguardato la salute dei cittadini, con App socio-assistenziali per aiutare persone in difficoltà o per ridurre i tempi di attesa, o ancora per accompagnare in sicurezza le persone non vedenti come l'originale bastone Letismart).

Nell'Auditorium Concordia a Pordenone è stata presentata l'Applicazione che l'AreaGiovani del Centro di riferimento oncologico (CRO-IRCCS) di Aviano ha sviluppato per chi ha un'età compresa tra i 14 e i 24 anni ed è malato di tumore.

Lo strumento consente di continuare parte della terapia a casa, mantenendo un monitoraggio a distanza della situazione clinica, gestendo in sicurezza eventuali effetti collaterali o urgenze.

In questo modo i ragazzi malati diventano protagonisti del processo assistenziale e possono curarsi restando nella propria abitazione circondati dall'affetto di familiari e amici.

L'idea dell'App nasce proprio da uno di questi ragazzi, Alberto, paziente del CRO di Aviano; quindi, grazie a una ricerca conclusasi con una tesi di laurea, sono stati esaminati i parametri da inserire nella App. Gli studenti delle attuali classi quinte del Kennedy si sono occupati invece della parte informatica e tecnologica per lo sviluppo del programma.

Il funzionamento della App, sia per Ios che Android ma anche nella versione web, è stata illustrato dai suoi sviluppatori alla presenza dell'assessore regionale alla Salute Maria Sandra Telesca. In sala c'erano anche alcuni ricercatori del CRO e una rappresentanza degli studenti delle varie scuole superiori del pordenonese e portogruarese.

Lo strumento ora verrà consegnato ai pazienti dell'AreaGiovani e sarà continuamente perfezionato nel corso dei prossimi due anni.

Le Università di Udine e Trieste hanno partecipato con eventi, conferenze, workshop  e laboratori.

Fiera del Radioamatore Hi-fi Car lancia un esperimento di comunicazione in streaming sui social media

Fiera del Radioamatore Hi-fi Car lancia un esperimento di comunicazione in streaming sui social medi

Pordenone - Si chiama “Radioamatore Broadcast” ed è il nuovo progetto sperimentale di “comunicazione crossmediale” messo in atto per la prima volta in occasione di una manifestazione fieristica in Italia.

L'esperimento parte dalla Fiera del Radioamatore Hi-Fi Car in programma alla Fiera di Pordenone il 23 e 24 aprile prossimi. Si tratta di un progetto multicanale e multimediale che sfrutta le nuove tecnologie e la rete per trasformare la fiera in un hub di comunicazione trasversale che unisce social network, app di messaggistica e web.

I contenuti si creano e vengono amplificati grazie all'interazione tra i media nei quali Radioamatore è presente in maniera coordinata e massiccia con propri profili digitali: si tratta di Facebook, Twitter, YouTube, Google+, Telegram, Vine, Periscope, Vimeo, Pinterest e Instagram.

Grazie alla regia della digital company MacPremium e di Gabriele Gobbo e Marco Sbrissa ideatori del progetto, sarà possibile vivere la manifestazione in diretta attraverso  interviste, chat, interventi on-air, in streaming e reportage video e fotografici, postati in tempo reale e poi messi a disposizione degli utenti ma anche essere sempre aggiornati fin da ora sulle novità e il programma della manifestazione.

A rendere ancora più efficace questa ragnatela di comunicazione è anche la nuova immagine di campagna di Fiera del Radioamatore Hi-Fi Car realizzata sempre da Gabriele Gobbo di MacPremium e veicolata dai vari media.  

Il concept è appositamente studiato per comunicare con il mondo del multimediale: flat design, icone colorate, forme geometriche per richiamare l’interfaccia grafica presente ormai in tutte le piattaforme mobile e desktop.

I risultati in termini di popolarità sono già altissimi. La copertura dei post di Facebook di Radioamatore punta a raggiungere durante la manifestazione quota 500.000, con un altissimo gradimento dei video-post.

Il sito ufficiale conta decine di migliaia di accessi di visitatori di ogni età, con una netta prevalenza della fascia 25 e 45 anni e un 10% di over 60 a dimostrazione che anche i meno giovani usano la rete.

In aumento le visite da dispositivi mobili, che quest’anno superano il 55% del totale, segno tangibile che in Italia la navigazione in movimento è molto apprezzata.
 

HiRef vince il Premio Innovazione SMAU 2016

HiRef vince il Premio Innovazione SMAU 2016

La tecnologia e la competenza delle aziende friulane di IT competono a livello nazionale e vengono premiate per innovazione ed efficienza. HiRef di Tribano (PD) si è aggiudicata il Premio Innovazione Smau 2016 grazie alle soluzioni di virtualizzazione delle workstation grafiche sviluppate da beanTech, azienda friulana che opera nel settore IT (information technology).

Si tratta di un riconoscimento importante, promosso da Smau e celebrato assieme alle autorità locali, che ogni anno individua e premia i migliori esempi d’innovazione informatica e digitale nelle imprese e nella pubblica amministrazione. HiRef, produttore di scambiatori di calore e impianti di refrigerazione, ha rivoluzionato il proprio ufficio di progettazione 3D sostituendo tutte le postazioni grafiche con la soluzione virtualizzata proposta da beanTech, centralizzando la potenza grafica e di calcolo sul server e riducendo i costi legati all’obsolescenza dell’hardware.

Il nuovo modello di business del futuro è quello che permette di lavorare anche da remoto, da qualsiasi dispositivo, collegandosi via wifi al server aziendale dove la gestione è centralizzata ed il controllo è garantito. “Il software Cad 3D è il cuore del reparto di progettazione di HiRef – spiega David Crivellari, IT manager di HiRef - la potenza richiesta dai programmi aumenta ogni anno e spesso supera la capacità di calcolo dei singoli computer. Invece di sostituire le singole macchine, abbiamo scelto la strada più innovativa, quella di virtualizzare”. Risultato: un unico timone per manovrare tutte le postazioni di lavoro in un click, meno costi di gestione, meno consumi di energia, aumento delle performance con la garanzia del backup centralizzato, sicurezza dei dati, continuità operativa e massima affidabilità di sistema, drastico abbassamento dei tempi e dei costi di manutenzione.

Gli aggiornamenti software non rubano più tempo al lavoro: si installano a livello centrale e durante la notte sono distribuiti a tutte le postazioni in modo automatico. “Il nostro obiettivo in beanTech è migliorare il business dei clienti, aumentarne la redditività e le loro occasioni di crescita – spiega il presidente di beanTech Fabiano Benedetti - la virtualizzazione va proprio in tale direzione perché semplifica al massimo la gestione, garantisce flessibilità e soprattutto risultati immediati”. Tale importante riconoscimento rientra nel percorso di sviluppo di beantech il cui 33% è stato acquisito da Friulia a fine del 2015. Il business plan triennale condiviso con la finanziaria regionale, infatti, porterà il giro d’affari di Beantech dai 4,5 milioni del 2015 agli 8 milioni del 2018 e all’aumento dell’organico di circa 15 persone.

Chi siamo

Direttore: Maurizio Pertegato
Capo redattore: Tiziana Melloni
Redazione di Trieste: Serenella Dorigo
Redazione di Udine: Fabiana Dallavalle

Pubblicità

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Privacy e cookies

Privacy policy e cookies

Questo sito è impostato per consentire l'utilizzo di tutti i cookie al fine di garantire una migliore navigazione. Se si continua a navigare si acconsente automaticamente all'utilizzo. Per comprendere altro sui cookie e scoprire come cancellarli clicca qui.

Accetto i cookie da questo sito.