• Home
  • Attualità
  • Cronaca
  • Spettacoli
  • Cultura
  • Benessere
  • Magazine
  • Video
  • EN_blog

Dom07212024

Last updateLun, 27 Feb 2017 8pm

Star bene

Dormire senza metter mano al portafogli? Anche i b&b del Fvg aderiscono alla Settimana del Baratto 2012

Dormire senza metter mano al portafogli? Anche i b&b del Fvg aderiscono alla Settimana del Baratto 2

Trieste - Un fine settimana economico ed originale? Dal 19 al 25 novembre si svolge la IV edizione della Settimana del Baratto, che permette di soggiornare in "bed & breakfast" (camera con colazione) in cambio di beni o servizi. Chi ha qualcosa di utile da offrire al gestore, viene ricompensato con il soggiorno gratuito nella struttura. Per una settimana l'ospite e il gestore saranno svincolati dal pagamento in denaro e privilegeranno l'aspetto umano dell'ospitalità.

Qualche esempio? Lo scambio di casa; la produzione di un video promozionale; quadri, arredi ed accessori vintage e d'antiquariato; vini e prodotti alimentari tipici; lezioni di ballo; miglioramento della posizione nei motori di ricerca…

Il baratto è stato per secoli a fondamento dell'economia familiare e, in un momento di contrazione dei consumi come quello che stiamo vivendo, si rivela un ottimo modo per viaggiare a costo zero investendo in fantasia e curiosità.

Con la Settimana del Baratto è possibile inventare una vacanza diversa e ricca di contatti umani, scambi di esperienze e professionalità tornando alle origini dell'ospitalità e della riconoscenza.

L'entusiasmo con il quale sono state accolte le precedenti edizioni della Settimana del Baratto ha fatto aumentare considerevolmente le strutture aderenti all'iniziativa e sono quasi ottocento i B&B che accettano il Baratto tutto l'anno. In Friuli Venezia Giulia le strutture aderenti sono una ventina. La lista delle strutture che offrono soggiorni in cambio di beni e servizi si trova sul sito settimanadelbaratto.it

Con la Fvg Card Tiepolo e Veronese alla portata di tutte le tasche

Con la Fvg Card Tiepolo e Veronese alla portata di tutte le tasche

Udine – La FVG Card, la carta turistica che permette di scoprire tutto il territorio del Friuli Venezia Giulia, diventa anche il passepartout di Udine e dei luoghi del Tiepolo.

In occasione della mostra udinese “I colori della seduzione. Giambattista Tiepolo e Paolo Veronese”, TurismoFVG fornisce al turista un’offerta per visitare l’esposizione e al tempo stesso trascorrere un piacevole e coinvolgente soggiorno in città.

La FVG Card, che consente di accedere a gratuità e importanti sconti in oltre duecento strutture convenzionate della regione, si arricchisce di un servizio esclusivo: a partire dal 17 novembre la discovery card regionale offrirà l’ingresso gratuito alla mostra del Tiepolo a Udine e la tipologia di card da 48 ore assicurerà sconti dal 5 al 20% sul pernottamento in città, acquisti in alcuni ristoranti e esercizi convenzionati e un numero di bar selezionati offriranno gratuitamente l’aperitivo Tiepolo oppure il cioccolatino Tiepolo, due specialità ispirate all’artista per accogliere al meglio e con convenienza i visitatori.

Oltre alla mostra udinese, i possessori della FVG Card possono entrare gratuitamente anche nelle Gallerie del Tiepolo di Udine, al Museo Sartorio di Trieste (che contiene un’importante collezione di disegni del pittore), in attesa che il pacchetto Tiepolo si completi con l’inserimento della retrospettiva di Villa Manin in partenza il 16 dicembre.

Attualmente i possessori della FVG Card presenti a Udine possono accedere a diversi servizi gratuiti che comprendono l’accesso ai musei cittadini, l’utilizzo del trasporto pubblico urbano e del servizio di audioguida multilingua di TurismoFVG che accompagna il turista nei luoghi simbolo della città. Con la FVG Card, inoltre, si possono avere sconti per gli ingressi ai teatri cittadini mentre per quei turisti che desiderano andare anche alla scoperta del territorio limitrofo, la card include la gratuità per la tratta ferroviaria Udine – Cividale e ritorno.

La FVG Card è acquistabile negli infopoint TurismoFVG, negli hotel e agenzie viaggi convenzionati della regione, e a breve anche on line su www.turismofvg.it, al prezzo di 15€ per 48 ore, 20€ per 72 ore, 29€ per un’intera settimana ed è valida per un adulto e un bambino sotto i 12 anni.

Antichità, curiosità, vintage, ed il jazz di Lelio Luttazzi: tutto questo è Triesteantiqua

Antichità, curiosità, vintage, ed il jazz di Lelio Luttazzi: tutto questo è Triesteantiqua 2012

Trieste - Compie trent’anni Triesteantiqua, la mostra mercato dell’antiquariato di Trieste, aperta al pubblico da sabato 27 ottobre a domenica 4 novembre, da due anni trasferita nelle più eleganti e confortevoli navate liberty del Salone degli Incanti, sulle Rive. Una longevità che testimonia l’importanza e il rilievo che l’evento assume per tutto il Nord Est.

Nonostante siano tempi di crisi, gli organizzatori si dichiarano soddisfatti della presenza degli espositori che non subisce flessioni rispetto all’edizione passata: una cinquantina i commercianti provenienti da tutt’Italia ma anche dal Belgio e dall’Austria, con un assortimento tra mobilio e oggettistica che comprende circa un secolo e mezzo di storia: dalla fine del ‘700 fino al 1920. Un’inedita apertura al modernariato, dunque, secondo la tendenza di questi ultimi anni. (Si è conclusa il 23 settembre la grande fiera del Vintage a Forlì e il 16 settembre a Padova).
Antichità, curiosità, vintage, ed il jazz di Lelio Luttazzi: tutto questo è Triesteantiqua 2012
Ad ampliare l’offerta espositiva per incontrare interessi di un pubblico più vasto, infatti, per la prima volta sono presenti accessori e abbigliamento Vintage. Categoria in cui rientrano tutti gli oggetti di culto a condizione che siano creati almeno vent’anni prima del momento presente. La parola d’ordine è “qualità superiore” - e non solo estetica - del design e dei prodotti anteriori agli anni ’80 del secolo scorso. Lo spirito non è estraneo a un corretto ed ecologico riciclo, ma dev’essere di “classe”. E i marchi in vendita lo confermano.

Inoltre alcune manifestazioni collaterali rendono più allettante la permanenza degli ospiti: la Fondazione Lelio Luttazzi ha allestito un omaggio al maestro triestino con un’esposizione di filmati, locandine e oggetti personali che culmina con un concerto in suo onore della Colours Jazz Orchestra sabato 3 novembre al Molo Quarto. In più l’Associazione Italiana di Ricerca sul Cancro ha allestito – a scopo benefico – una mostra collaterale su “L’elmo da combattimento”, con una scelta di elmetti di vari eserciti del XX secolo.

Così come gli espositori, anche il pubblico è in tono con il respiro mitteleuropeo della mostra. Se il 65% dei visitatori è italiano - dichiara Roberto Borghesi, presidente dell’Associazione Antiquari – il rimanente proviene da Austria, Slovenia, Inghilterra, Belgio e Francia. Origini diverse ma un unico scopo: il gusto di curiosare tra le antichità di pregio ma anche di acquisire, per passione o per investimento, qualcosa di non seriale né industriale, che sia unico, raro e prezioso.
Antichità, curiosità, vintage, ed il jazz di Lelio Luttazzi: tutto questo è Triesteantiqua 2012
E l’offerta non manca. L’esposizione presenta una varietà di oggetti che abbraccia quadri, icone, arazzi, tappeti, mobili, stampe, ceramiche, porcellane, orologi, gioielli in oro, argento, bachelite e cellulosa, e monete, anche di origine extraeuropea. A questo proposito è doveroso menzionare il padiglione storico “Krampus”, l’unico che proponga sempre rarità antiquarie cinesi, indiane e indonesiane.

Insomma: vi si trova tutto ciò che abbia attinenza con la produzione dell’artigianato d’arte, dimostrando che commercio e cultura possano andare a braccetto senza escludersi a vicenda.

Finora questa formula ha funzionato. Infatti i visitatori sono in costante crescita con le 5.500 presenze della stagione passata. Vedremo se anche quest’anno la tendenza sarà confermata.

Orari della mostra:
27, 28 ottobre, 1, 2, 3 e 4 novembre: 10.00-20.00
29, 30 e 31 ottobre: 15.00-20.00
Biglietti interi: 9,00 €. Ridotti: 6,00 €

(Le foto sono di Roberto Calogiuri)

[Roberto Calogiuri]

Chi siamo

Direttore: Maurizio Pertegato
Capo redattore: Tiziana Melloni
Redazione di Trieste: Serenella Dorigo
Redazione di Udine: Fabiana Dallavalle

Pubblicità

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Privacy e cookies

Privacy policy e cookies

Questo sito è impostato per consentire l'utilizzo di tutti i cookie al fine di garantire una migliore navigazione. Se si continua a navigare si acconsente automaticamente all'utilizzo. Per comprendere altro sui cookie e scoprire come cancellarli clicca qui.

Accetto i cookie da questo sito.