• Home
  • Attualità
  • Cronaca
  • Spettacoli
  • Cultura
  • Benessere
  • Magazine
  • Video
  • EN_blog

Mer04242024

Last updateLun, 27 Feb 2017 8pm

Economia

Pordenonefiere, al via la stagione delle esposizioni prenatalizie. Ne parla il presidente: video

Pordenonefiere, al via la stagione delle esposizioni prenatalizie. Ne parla il presidente: video

Pordenone - Il neo presidente di Pordenonefiere, Renato Pujatti, alla vigilia delle importanti rassegne fieristiche prenatalizie, parla di “grandi opportunità per il territorio sia per quanto riguarda le aziende, soprattutto piccole e medie, sia per l’intero tessuto industriale e per gli appassionati dei vari settori delle tante fiere che proponiamo nel corso dell’anno”

La Fiera guarda infatti verso varie realtà imprenditoriali del territorio e non solo. “Pordenone – ha sottolineato il presidente - ha una vocazione di cerniera con i territori e i centri limitrofi. Da una parte abbiamo il Friuli, con le sue fiere e dall’altra abbiamo il Veneto, con le molte aziende che producono per l’Italia e per l’estero”.

“Pordenone, quindi, è in una situazione molto favorevole per fare delle alleanze e rappresentare la vetrina per i territori circostanti. Questo, perché abbiamo la possibilità di dare, con il preparato team della Fiera, grosse opportunità ai nostri imprenditori”.

Qui la videointervista:                                                   



Articolo e videointervista a cura di Maurizio Pertegato.

Interporto Pordenone sarà snodo ferroviario chiave per i traffici regionali e non solo. Videointervista

Interporto Pordenone sarà snodo ferroviario chiave per i traffici regionali e non solo. Videointervi

Pordenone - L’Interporto Centro Ingrosso di Pordenone si prepara a diventare uno snodo merci ferroviario di primaria importanza per i traffici regionali e non solo.

I lavori dovrebbero cominciare all’inizio del 2017, per terminare alla fine dell’anno. Soddisfazione è stata espressa dall’amministratore delegato della società, Giuseppe Bortolussi, il quale ha dichiarato alla stampa di aver scommesso sul trasporto ferroviario quale elemento di valore aggiunto per il territorio.

Mentre in varie zone d'Italia sono stati chiusi scali ferroviari esistenti, Rete Ferroviaria Italiana (RFI) la partecipata delle Ferrovie dello Stato che gestisce le infrastrutture, ha creduto nel progetto di avviare a Pordenone uno scalo merci ferroviario con standard europei.

Qui la videointervista al presidente Bortolussi a cura di Maurizio Pertegato:

Salone della componentistica Sicam a Pordenone grande opportunità per il territorio

Salone della componentistica Sicam a Pordenone grande opportunità per il territorio

Pordenone - Grande successo per l’edizione 2016 di SICAM, il Salone Internazionale dei Componenti, Accessori e Semilavorati per l'Industria del Mobile, in corso presso la Fiera di Pordenone ed aperta fino alle 18 di venerdì 21 ottobre.

Le oltre 560 aziende espositrici propongono a buyers e designers di tutto il mondo (sono stati registrati operatori da quasi novanta Paesi esteri già il primo giorno) le più importanti innovazioni che caratterizzeranno le collezioni del mobile della prossima stagione.

Nella giornata inaugurale di SICAM 2016 sono stati presenti in fiera anche buyers da Paesi che prospettano nuove potenzialità molto interessanti, quali le Repubbliche ex-sovietiche dell'area caucasica, l'Iran, l'Arabia Saudita ed il Kuwait.

“Si tratta di un evento a livello internazionale al quale non possiamo assolutamente  rinunciare per il solo fatto che crea, secondo alcuni, disagi al traffico cittadino. Si pensi, piuttosto, alle ricadute economiche  che questa rassegna altamente specializzata genera sul territorio”.

Così la vicepresidente vicario dell’Ascom-Confcommercio, nonché presidente del gruppo provinciale Federalberghi Giovanna Santin, sulla rassegna in Fiera di Sicam che sta provocato disagi al traffico, in entrata e in uscita da Pordenone e lungo tutto il ring.

“Sicam è un beneficio riservato non solo a un pubblico specializzato ma che va a toccare in modo tangibile la categoria del Terziario e dei Pubblici Esercizi”.

“È inevitabile che una kermesse come l’ottavo Salone internazionale dei componenti, accessori e semilavorati per l’industria del mobile crei, così come in tutte le fiere specializzate che si svolgono nelle grandi città, delle ripercussioni sulla viabilità. È questa, invece, una grande opportunità in termini di occupazione di lavoro e di indotto per il sistema economico locale”.

“Del resto – sottolinea ancora la vicepresidente – il boom di visitatori e di espositori registrato fin dal primo giorno della rassegna  dimostra, ancora una volta, il ruolo centrale svolto dal polo fieristico del capoluogo”.

Per il presidente di Ascom-Confcommercio imprese per l’Italia di Pordenone, Alberto Marchiori, Sicam è “un evento irrinunciabile per la nostra provincia in quanto sviluppa ricadute sul tessuto economico, soprattutto in un momento dove la ripresa fatica a decollare e gli imprenditori sono impegnati, ora più che mai, a investimenti per nuovi progetti e nuove opportunità di mercato”.

“Basta con queste lamentele e continue proteste che finiscono sulle pagine dei giornali locali - conclude Marchiori. - Non producono nulla di buono, né vantaggi per il capoluogo che, guarda caso, da sempre dimostra di avere invece una grande vitalità. Sui disagi, quindi, consiglio un po’ di pazienza, altrimenti è meglio pensare di trasferirsi in un’altra città dormitorio”.

Nella foto sotto: Giovanna Santin

 


Giovanna Santin

Chi siamo

Direttore: Maurizio Pertegato
Capo redattore: Tiziana Melloni
Redazione di Trieste: Serenella Dorigo
Redazione di Udine: Fabiana Dallavalle

Pubblicità

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Privacy e cookies

Privacy policy e cookies

Questo sito è impostato per consentire l'utilizzo di tutti i cookie al fine di garantire una migliore navigazione. Se si continua a navigare si acconsente automaticamente all'utilizzo. Per comprendere altro sui cookie e scoprire come cancellarli clicca qui.

Accetto i cookie da questo sito.