• Home
  • Attualità
  • Cronaca
  • Spettacoli
  • Cultura
  • Benessere
  • Magazine
  • Video
  • EN_blog

Mer04242024

Last updateLun, 27 Feb 2017 8pm

Torna Timavo System Exploration, la spedizione che indaga sui misteri del fiume sotterraneo

Torna Timavo System Exploration, la spedizione che indaga sui misteri del fiume sotterraneo

Trieste - Per il quarto anno consecutivo, in queste giornate di metà agosto, si rinnova l'appuntamento estivo italo francese per cercare di svelare nuovi misteri del fiume Timavo.

Facciamo un passo indietro.

Quattro anni fa, la società Adriatica di speleologia di Trieste aveva contattato una squadra di speleosub che avevano operato venti anni prima in una campagna di esplorazioni legate al fiume Timavo.

Si tratta dell’équipe esplorativa appartenente al National Cave Diving Committee della FFESSM (Fédération française d'études et de Sports Sous-Marins), al fine di riuscire ad avere delle informazioni sulle precedenti loro esplorazioni.

Da una mail spedita per raccogliere informazioni, arriva, ormai inaspettata, una risposta dopo ben sette mesi.

Non ci sono solo tutte le informazioni sulle esplorazioni di venti anni prima, ma anche la possibilità di ricominciare un ciclo di immersioni, con l'appoggio della Società Adriatica di speleologia di Trieste.

La motivazione che riporta l'attenzione dei francesi sul Carso è che Il Timavo resta, a livello europeo, il mistero sotterraneo più importante e affascinante ancora da svelare.

Così nasce Timavo System Exploration, un progetto italo francese, con la collaborazione di altri gruppi italiani e sloveni, che mira alla scoperta di nuove prosecuzioni subacquee presso le risorgive del Timavo e in fondo all'abisso di Trebiciano.

Esplorazioni che si erano dovute interrompere due decenni fa a causa non dei limiti umani, ma limiti tecnici delle attrezzature di immersione.

Oggi con le nuove tecnologie si possono superare i limiti di una volta,ed i risultati non si sono fatti attendere.

In queste tre campagne esplorative, nel Pozzo dei Colombi presso le risorgive del Timavo (ad esse direttamente collegato) si sono superati i due chilometri precedentemente complessivamente esplorati di gallerie sommerse, raggiungendo addirittura gli 80 metri di profondità totale sotto il livello del mare.

Nella grotta di Trebiciano, a 330 metri di profondità dalla superficie, gli speleosub, aiutati dai soci dell'Adriatica di speleologia, hanno raggiunto una nuova cavità a pelo libero, quindi fuori dall'acqua, dopo trecento metri in una galleria-sifone, totalmente allagata.

Le condizioni dell’acqua, naturalmente molto torbida, non aiutano le indagini nel sottosuolo, ma si proseguirà ugualmente nelle ricerche anche in questi prossimi giorni, per aggiungere un tassello in più al mistero che avvolge nostro fiume carsico, ed a cercar di comprendere meglio le complicate dinamiche delle acque sotterranee scorrenti sotto i nostri piedi.

Aria fredda dall’Europa occidentale, allarme meteo nel Nord Est. Nubifragio nel Pordenonese, danni

Aria fredda dall’Europa occidentale, allarme meteo nel Nord Est. Nubifragio nel Pordenonese, danni

Palmanova - Un fronte freddo proveniente dalla Francia è giunto nella notte tra giovedì 4 e venerdì 5 agosto sulle Alpi occidentali causando piogge e temporali.

Nella giornata di venerdì 5 agosto l’instabilità si sposta su tutta l’Italia settentrionale, apportando nuvolosità diffusa e possibilità di rovesci.

In base alle previsioni meteo dell’Arpa FVG, la Protezione Civile del Friuli Venezia Giulia ha diramato un avviso di criticità “gialla” per temporali diffusi e vento forte

Acquazzoni e temporali si sono abbattuti sul Pordenonese in mattinata, provocando cadute d'alberi e cartelloni pubblicitari. In pochi minuti una valanga d'acqua accompagnata da forte vento si è abbattuta nella zona tra Sacile, Cordenons e Pordenone. Numerose le chiamate ai Vigili del Fuoco.

A Ceolini e Vigonovo di Fontanafredda si è verificata una vera e propria tromba d'aria.

Danni ancora più consistenti nella vicina provincia di Treviso, in particolare nella zona di Conegliano, dove è caduto un cornicione e numerose strade sono finite sott'acqua.

Nel pomeriggio ancora temporali diffusi con qualche fenomeno localmente forte; attenuazione del maltempo in serata.

Sulla costa soffia vento da Sud moderato fino al pomeriggio, poi, su tutte le zone, vento sostenuto da Nord o di Bora dalla tarda sera.

Dalla notte tra venerdì e sabato si prevede tempo più stabile con Bora sostenuta sulla costa e temperature più fresche.

 

 

Violenti nubifragi a Pordenone e Udine, cadute di alberi e allagamenti. Tempo migliora da martedì

Violenti nubifragi a Pordenone e Udine, cadute di alberi e allagamenti. Tempo migliora da martedì

FVG - Violenti temporali si sono abbattuti su alcune zone del Friuli Venezia Giulia nel pomeriggio di domenica 31 agosto. La Protezione Civile era stata allertata per allarme meteo, tempestivo l’intervento di volontari e Vigili del Fuoco.

Sono state più di un centinaio le richieste di intervento. Il maltempo si è abbattuto sia nei pressi di Pordenone che nell’Udinese.

Il maltempo ha colpito la zona tra Cordenons e Zoppola (PN). Sulla SR 177 pericolo per la circolazione per pezzi di lamiera e rami d’albero sulla carreggiata.

Tra Codroipo e Cividale (UD) il nubifragio ha causato danni alla vegetazione e alle abitazioni, come pure a Udine ed in Carnia. Due persone sono rimaste intrappolate nella propria auto, a Cividale del Friuli, sulla quale era caduto un albero e sono state liberate dai Vigili del fuoco.

Pompieri e volontari hanno progressivamente risposto a tutte le richieste di aiuto, soprattutto per gli allagamenti di sottopassi, scantinati e altri locali.

Per i prossimi giorni l’Osmer FVG prevede un progressivo miglioramento del tempo, che passerà da perturbato con piogge sparse e locali temporali a poco nuvoloso in montagna e sereno su pianura e costa.

I venti da Nord manterranno temperature gradevoli fino a martedì-mercoledì. Da metà settimana è previsto un ritorno alle alte temperature su pianura e costa.

Chi siamo

Direttore: Maurizio Pertegato
Capo redattore: Tiziana Melloni
Redazione di Trieste: Serenella Dorigo
Redazione di Udine: Fabiana Dallavalle

Pubblicità

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Privacy e cookies

Privacy policy e cookies

Questo sito è impostato per consentire l'utilizzo di tutti i cookie al fine di garantire una migliore navigazione. Se si continua a navigare si acconsente automaticamente all'utilizzo. Per comprendere altro sui cookie e scoprire come cancellarli clicca qui.

Accetto i cookie da questo sito.