• Home
  • Attualità
  • Cronaca
  • Spettacoli
  • Cultura
  • Benessere
  • Magazine
  • Video
  • EN_blog

Mer04242024

Last updateLun, 27 Feb 2017 8pm

Ai nastri di partenza il Trieste Film Festival giunto alla sua sedicesima edizione

Ai nastri di partenza il Trieste Film Festival alla sua sedicesima edizione

Trieste - Manca poco più di una settimana all’evento cinematografico più atteso, Trieste Film Festival, dedicato alla scienza e alla fantascienza che si allarga ogni anno di più offrendo, non solo cinema di qualità internazionale, ma anche mostre, tavoli di lavoro di produzione cinematografica, incontri su tematiche scientifiche e molto altro. Edizione dopo edizione, questo Festival sta acquisendo un carattere sempre più interattivo e umano, sempre più attento allo sviluppo delle scienze oltre che per l’ignoto e il mistero, arrivando alla suo sedicesimo anno di età.

Ospite di eccezione sarà Rutger Hauer, attore divenuto famoso in tutto il mondo per il film-simbolo della fantascienza, Blade Runner (di Ridley Scott), che ritirerà il prestigioso premio alla carriera Urania d’argento 2016, il 4 novembre. E dello stesso regista (produttore) sarà il film di apertura Morgan, prima visione assoluta, col debutto come regista del figlio di Ridley, Luke Scott, che uscirà poi nelle sale italiane dal 9 novembre. Un thriller ad alto tasso adrenalinico basato sull’eugenetica il cui trailer è visibile anche sul sito ufficiale del festival (sciencefictionfestival.org) e che vanta un cast di grandi stelle: Paul Giamatti, Toby Jones, Jennifer Jason Leigh. Quello che chiuderà il festival è il nuovo thriller fantapolitico del premio oscar Alex Gibney, la cui drammatica storia si basa, purtroppo, su un fatto realmente accaduto.

Un appuntamento da non perdere poi per tutti gli amanti di Star Trek, che celebra i cinquanta anni della famosa serie di successo planetario con la proiezione in anteprima italiana di For the love of Spock, prodotto dal figlio del celeberrimo attore Leonard Nimoy conosciuto come Spock. Ospiti alla manifestazione il figlio Adam e l’amata Terry Farrel (il personaggio femminile Jadzia Dax).

In tutto sedici opere in concorso scelte tra oltre quattrocento pervenute, dodici quelle fuori concorso, prime visioni internazionali ed estere, ospiti d’eccezione, oltre a Rutger Hauer saranno presenti anche Dario Argento, Lamberto Bava, Ruggero Deodato, incontri, tavoli di lavoro (da segnalare quello con l’animatore triestino trasferito in California, premio Oscar, Mitja Rabar, i giorni 29 ottobre, 4 e 5 novembre) e tanto altro ancora, da fine ottobre al 6 di novembre, nelle ormai rodate sedi Tripcovich e Miela e al Magazzino delle Idee in corso Cavour 2.

Buona visione!

Daniele Benvenuti

 

 

Al Trieste Science+Fiction Festival premio alla carriera per l’attore Rutger Hauer

Al Trieste Science+Fiction Festival premio alla carriera per l’attore Rutger Hauer

Trieste - “Io ho visto cose che voi umani non potreste immaginarvi: navi da combattimento in fiamme al largo dei bastioni di Orione, e ho visto i raggi B balenare nel buio vicino alle porte di Tannhäuser. E tutti quei momenti andranno perduti nel tempo, come lacrime nella pioggia. È tempo di morire”: era l'indimenticabile monologo del replicante Roy Batty in Blade Runner di Ridley Scott.

Nel ruolo di Batty c’era l’attore olandese Rutger Hauer: a lui il Trieste Science+Fiction Festival conferirà il Premio Urania d'Argento 2016 alla carriera.

Hauer sarà presente alla manifestazione triestina e ritirerà il premio venerdì 4 novembre durante la cerimonia ufficiale alla Sala Tripcovich.

La sedicesima edizione di Trieste Science+Fiction Festival si svolgerà dal 1° al 6 novembre 2016. L’evento è organizzato e promosso da La Cappella Underground.

Nel documentario della BBC "Dangerous Days: On the Edge of Blade Runner", Hauer, Scott e lo sceneggiatore David Peoples dichiararono che fu proprio l'attore olandese a scrivere il monologo di una delle sequenze più memorabili e toccanti della storia del cinema.

 

 

 

I Tre Allegri Ragazzi Morti nella notte di Halloween grande serata per il Trieste Science+Fiction Festival

I Tre Allegri Ragazzi Morti nella notte di Halloween grande serata per il Trieste Science+Fiction Fe

Trieste – Trieste Science+Fiction Festival annuncia l'apertura della manifestazione conil concerto dei Tre Allegri Ragazzi Morti, la notte di Halloween, lunedì 31 ottobre al teatro Miela, in collaborazione conBonawentura.

Grande serata nell’ambito di Trieste Science+Fiction Festival che, in collaborazione con il Teatro Miela Bonawentura, presenta il concerto dei Tre Allegri Ragazzi Morti nella notte di Halloween.

Davide Toffolo, cantante dei Tre Allegri Ragazzi Morti, è anche il creatore dell’immagine ufficiale del festival. I Tre Allegri Ragazzi Morti, band nata più di vent’anni fa a Pordenone, sono la punta di diamante della scena indipendente nazionale, anche nel loro ruolo di inarrestabili divulgatori della migliore musica italiana attraverso l’etichetta La Tempesta.

Una grande occasione per riportarli a Trieste dopo l’uscita di “Inumani”, ottavo disco in studio che segna la fine di una trilogia iniziata con gli album “Primitivi del futuro” e “Nel giardino dei fantasmi”. Inumani ha in sé tutti gli aspetti dell’eclettica attitudine musicale dei tre, dal rock al reggae passando per il folk di un’etnia immaginaria che ha caratterizzato il sound del gruppo negli ultimi anni. Inumani raccoglie undici nuove canzoni che vanno ad arricchire l’immaginario fantastico del trio mascherato. Spesso narrato al femminile, Inumani ha a che fare con i nostri sogni, con le nostre ambizioni, con le nostre ferite esorcizzate dalla forza della musica. Alternando inni e ballate, Inumani si lega a doppio filo al mondo dei fumetti: il titolo stesso è un omaggio all’epica americana dei supereroi nell’invenzione più visionaria del grande Jack Kirby. 

Il poster ufficiale della 16a edizione di Trieste Science+Fiction Festival è stato ideato e disegnato da Davide Toffolo, l'immagine di due creature aliene che si guardano, faccia a faccia. Davide Toffolo, co-fondatore e voce della band Tre Allegri Ragazzi Morti, è uno degli autori più rappresentativi della scena fumettistica italiana. Tra i suoi romanzi a fumetti, sono da ricordare: Carnera, Pasolini, Il Re Bianco, Très! e Graphic Novel Is Dead. Racconta Toffolo: “La fantascienza serve a ragionare sull'oggi mostrando un ipotetico futuro e “futuro” resta, contro ogni oscena attualità, la parola più bella”.

Si svolgerà dall’1 al 6 novembre 2016 la 16a edizione di Trieste Science+Fiction Festival, organizzato da La Cappella Underground. Trieste tornerà ad essere, così, la città della scienza e della fantascienza, grazie alla sua storica manifestazione internazionale dedicata all’esplorazione dei mondi del fantastico.

Trieste Science+Fiction Festival è organizzato dal centro ricerche e sperimentazioni cinematografiche e audiovisive La Cappella Underground con la collaborazione e il sostegno di: MiBACT – Direzione Generale Cinema, Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia, Provincia di Trieste, Comune, Università degli Studi, Camera di Commercio, Fondazione CRTrieste, Fondazione Benefica Kathleen Foreman Casali.

Per informazioni sul festival: WWW.SCIENCEFICTIONFESTIVAL.ORG

Chi siamo

Direttore: Maurizio Pertegato
Capo redattore: Tiziana Melloni
Redazione di Trieste: Serenella Dorigo
Redazione di Udine: Fabiana Dallavalle

Pubblicità

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Privacy e cookies

Privacy policy e cookies

Questo sito è impostato per consentire l'utilizzo di tutti i cookie al fine di garantire una migliore navigazione. Se si continua a navigare si acconsente automaticamente all'utilizzo. Per comprendere altro sui cookie e scoprire come cancellarli clicca qui.

Accetto i cookie da questo sito.