• Home
  • Attualità
  • Cronaca
  • Spettacoli
  • Cultura
  • Benessere
  • Magazine
  • Video
  • EN_blog

Mer07172024

Last updateLun, 27 Feb 2017 8pm

Duino colpita da un incendio, a fuoco sei ettari di terreno. Fiamme domate in serata. Le foto

Duino colpita da un incendio, a fuoco sei ettari di terreno. Fiamme domate in serata. Le foto

Trieste - Alle ore 13.30 circa di venerdi 26 agosto, una colonna densa di fumo ha invaso l'autostrada in prossimità di Duino. Le cause sono ancora da accertare, ma è possibile che sia stata la la scintilla di un treno a causare l’incendio, che in due ore e mezza ha divorato, aiutato dal vento, sei ettari di boscaglia, arrivando a bruciare la sterpaglia fino a ridosso dell'autostrada che è stata bloccata immediatamente insieme alla corrente elettrica nel tratto colpito dal fuoco.

L'allarme è scattato attorno alle 14 e circa una trentina di volontari della zona - Duino, Sgonico, Monrupino, Muggia, Trieste e Monfalcone - si sono mossi nel forte traffico stradale dei rientri delle ferie. Alcune squadre hanno perso tempo importante prima di arrivare sull'incendio.

Prezioso l'intervento di due elicotteri che hanno fermato e impedito al fuoco di propagarsi verso il bordo dell'autostrada e verso le case, poi come sempre la logorante bonifica che impegna per ore i già affaticati volontari.

Con il coordinamento della forestale di Duino, alle 20 circa la zona interessata dal fuoco era bonificata e messa in sicurezza. Sul posto come sempre rimarranno alcune squadre a scongiurare il possibile riaccendersi di focolai.

Una nota di gratitudine ai pompieri è giunta da un ignoto automobilista ed è piovuta sulla testa dei volontari, lanciata dall’autostrada: un biglietto con scritto “Grazie per quello che fate” che ha destato una positiva reazione tra il personale accorso a domare le fiamme.

Le foto sono di Stefano Savini:

  • a03duino
  • a11duino
  • a30duino
  • a40duino
  • a42duino
  • a58duino
  • a59duino
  • a66duino
  • a74duino
  • a81duino
  • incendio

Maxi operazione della Finanza: intercettati giovani diretti a Pago con droga per “sballo”

Maxi operazione della Finanza: intercettati giovani diretti a Pago con droga per “sballo”

Trieste - A partire dallo scorso fine settimana i militari del Comando Provinciale di Trieste hanno messo in campo un articolato dispositivo di controllo della fascia confinaria giuliana che ha visto l’impiego coordinato di unità del I Gruppo Trieste, della Compagnia di Prosecco e della Tenenza di Muggia, nell’ambito delle attività di rafforzamento del controllo del territorio disposto dagli organi di vertice.

I finanzieri hanno avviato controlli mirati nei confronti di alcuni pullman, provenienti da varie città italiane e diretti all’isola di Pago in Croazia e risultati trasportare gruppi organizzati di giovani (di età compresa tra i 18 ed i 30 anni) diretti a partecipare al noto evento di musica techno “Sonus Festival 2016”.

Le attività si sono concentrate principalmente presso gli snodi confinari di Fernetti, Pese e Rabuiese.

Grazie all’ausilio delle unità cinofile antidroga del II Gruppo Trieste e della Compagnia di Prosecco ed all’intuizione degli operanti, nel corso delle attività si è proceduto a trarre in arresto due persone provenienti dalla provincia di Firenze, risultati in possesso di grammi 49,6 di cocaina e grammi 34,2 di anfetamina, a denunciare a piede libero ulteriori quattro soggetti italiani, risultati detenere complessivamente 92,4 grammi di hashish nonché verbalizzare complessivamente altre cinque persone, segnalate alle competenti Autorità prefettizie in quanto in possesso di hashish e marijuana.

Nel corso di poche ore, il dispositivo di controllo ha quindi consentito di assumere provvedimenti di arresto, denuncia e segnalazione nei confronti di dodici distinti soggetti, tutti di età inferiore ai 30 anni, e di sottoporre a sequestro oltre 200 grammi di sostanze psicotrope nonché gli oggetti destinati a consentire l’utilizzo delle stesse (trincia-marijuana).

L’esito dell’attività testimonia come risulti in voga per i ragazzi tentare di varcare il confine, diretti verso mete di “sballo” e muniti di scorte di stupefacenti, noncuranti degli eventuali controlli.
 

Scontro frontale tra due tram della storica linea Trieste - Villa Opicina. Otto feriti

Scontro frontale tra due tram della storica linea Trieste - Villa Opicina. Otto feriti

Trieste - Scontro frontale martedì 16 agosto sulla storica linea di tram che collega Trieste e la località Villa Opicina, sul Carso. Otto persone sono rimaste ferite.

Gli infortunati, tra i quali i due autisti, non avrebbero in ogni caso riportato lesioni gravi e sono stati tutti immediatamente soccorsi e medicati dal personale del 118.
   
I tecnici dell'azienda Trieste Trasporti e i Vigili del fuoco stanno tentando di individuare le cause che hanno portato all'incidente.

A rendere meno gravi gli effetti dello scontro è il fatto che i tram viaggiano su un percorso molto impervio e, pertanto, a velocità molto bassa.

La Trieste Trasporti ha diramato un comunicato in cui si legge: ”Il sistema di controllo adottato da Trieste Trasporti, come da vigente regolamento di esercizio, prevede l’obbligo della segnalazione dei passaggi via radio in presenza di una quarta vettura in linea; l’inchiesta, immediatamente attivata dall’Azienda, che comunque rimane a disposizione per ogni altro tipo di indagine, dovrà accertare il più rapidamente possibile cosa non abbia funzionato in detto sistema di controllo".

Il sindaco di trieste Roberto Dipiazza ha espresso la sua vicinanza ai feriti ed ha chiesto all'azienda dei trasporti una relazione di quanto accaduto e l'avvio di un'inchiesta interna per accertare le responsabilità.

La linea di tram Trieste-Opicina, ripristinata nel 2014, rappresenta un simbolo della Trieste asburgica ed è molto frequentata da locali e turisti.

Fu inaugurata nel 1902 ed ha subito numerosi stop per motivi sia storici che tecnici. È l'unica linea in Europa ad avere un tratto di poco meno di un chilometro con una pendenza che raggiunge il 26%.

Chi siamo

Direttore: Maurizio Pertegato
Capo redattore: Tiziana Melloni
Redazione di Trieste: Serenella Dorigo
Redazione di Udine: Fabiana Dallavalle

Pubblicità

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Privacy e cookies

Privacy policy e cookies

Questo sito è impostato per consentire l'utilizzo di tutti i cookie al fine di garantire una migliore navigazione. Se si continua a navigare si acconsente automaticamente all'utilizzo. Per comprendere altro sui cookie e scoprire come cancellarli clicca qui.

Accetto i cookie da questo sito.