• Home
  • Attualità
  • Cronaca
  • Spettacoli
  • Cultura
  • Benessere
  • Magazine
  • Video
  • EN_blog

Dom05262024

Last updateLun, 27 Feb 2017 8pm

Muore scooterista a Trieste dopo schianto frontale contro un’automobile

Muore scooterista a Trieste dopo schianto frontale contro un’automobile

Trieste - Uno scooterista di 42 anni è morto in seguito alle ferite riportate nello scontro con un’auto a Trieste, nella periferica via Carnaro. L’incidente è avvenuto attorno alle 19 di martedì 10 gennaio.

L'uomo stava procedendo in direzione centro città quando, all'altezza dell'incrocio con strada di Cattinara, per cause al vaglio della Polizia locale, si è scontrato con una Opel Corsa proveniente dalla direzione opposta.

Nell'impatto l'uomo ha riportato un trauma cranico e altri traumi vari; soccorso dagli operatori del 118 è stato portato all'ospedale di Cattinara dove è morto poco dopo, nonostante i numerosi tentativi di rianimarlo effettuati dai sanitari.

Gli occupanti della Opel sono rimasti illesi.

 

 

 

 

 

Sono i campioni azzurri di canottaggio Tedesco e Sfiligoi i salvatori dell’uomo caduto in mare

Sono i campioni azzurri di canottaggio Tedesco e Sfiligoi i salvatori dell’uomo caduto in mare

Trieste - Sono stati resi noti dalla Federcanottaggio FVG i nomi dei due canottieri che hanno soccorso l'uomo di 50 anni che, la mattina il 5 gennaio scorso, era caduto in mare dalle Rive, in centro città di Trieste.

Si tratta degli atleti azzurri del Saturnia Trieste Lorenzo Tedesco e Piero Sfiligoi, medaglia di bronzo alla Coppa del Mondo 2016, i quali trovandosi proprio lì davanti in doppio hanno deciso senza alcuna esitazione di avvicinarsi alla Riva; hanno quindi tirato fuori l’uomo dal mare e lo hanno tratto in salvo sulla coperta della loro imbarcazione.

I due sportivi hanno subito chiamato i componenti del motoscafo della Ginnastica Triestina, in acqua per seguire gli allenamenti, che a loro volta hanno allertato i carabinieri: l’uomo è stato così trasferito all’asciutto.

Sul posto nel frattempo erano sopraggiunti i sanitari del 118 con un'ambulanza e l’automedica ed anche gli agenti della Capitaneria di porto.

L'uomo era stato portato all’ospedale Cattinara in codice giallo, in stato di ipotermia. Sul fatto sono in corso indagini da parte delle Forze dell’ordine.

Trieste: Carabinieri insospettiti da una lite scoprono serra di marijuana in appartamento

Trieste: Carabinieri insospettiti da una lite scoprono serra di marijuana in appartamento

Trieste - Due persone originarie di Trieste, padre e figlio di 61 e 27 anni, sono state arrestate dai Carabinieri per coltivazione, produzione e detenzione di sostanze stupefacenti.

All’operazione hanno preso parte i militari delle Stazioni di Scorcola e via dell'Istria, in collaborazione con quelli del Nucleo Radiomobile e del Nucleo Operativo della Compagnia di via Hermet

I Carabinieri, intervenuti in un condominio nella zona tra i rioni Roiano e Gretta per una lite fra condomini, si sono insospettiti a causa di un forte odore di marijuana proveniente da uno degli appartamenti.

Hanno così scoperto che all'interno delle abitazioni dei due era stata creata una serra per la coltivazione delle piante di cannabis sativa destinate alla produzione di sostanza stupefacente.

Nel corso delle perquisizioni, nei vani sono stati trovati oltre un chilogrammo di marijuana, confezionata in buste di cellophane e barattoli di vetro, 10 piante di marijuana di circa 20 centimetri di lunghezza in un box di coltivazione e 170 euro in contanti, probabile provento della vendita.

Chi siamo

Direttore: Maurizio Pertegato
Capo redattore: Tiziana Melloni
Redazione di Trieste: Serenella Dorigo
Redazione di Udine: Fabiana Dallavalle

Pubblicità

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Privacy e cookies

Privacy policy e cookies

Questo sito è impostato per consentire l'utilizzo di tutti i cookie al fine di garantire una migliore navigazione. Se si continua a navigare si acconsente automaticamente all'utilizzo. Per comprendere altro sui cookie e scoprire come cancellarli clicca qui.

Accetto i cookie da questo sito.