• Home
  • Attualità
  • Cronaca
  • Spettacoli
  • Cultura
  • Benessere
  • Magazine
  • Video
  • EN_blog

Sab05252024

Last updateLun, 27 Feb 2017 8pm

Incidenti stradali: scende dall'auto e viene travolta, morta

Udine - Una donna di origini nigeriane, di 38 anni, è morta in un incidente stradale avvenuto poco prima dell'alba del 16 dicembre a Campoformido (Udine).

Secondo una prima ricostruzione dei carabinieri del Nucleo radiomobile della Compagnia di Udine, la donna era alla guida di una Ford Focus sulla strada provinciale 89 da Campoformido in direzione Pozzuolo del Friuli.

Ha arrestato la marcia, è scesa dalla vettura ed è stata travolta da una Ford Fiesta condotta da un uomo di 30 anni che viaggiava in senso opposto.

L'uomo si è fermato a soccorrerla. Inutili anche i soccorsi dei sanitari del 118.

Udine: scoperto un centro massaggi orientali dove si esercitava la prostituzione

Udine: scoperto un centro massaggi orientali dove si esercitava la prostituzione

Udine - I Finanzieri del Comando Provinciale di Udine, su ordine del Giudice per le Indagini Preliminari del Tribunale del Capoluogo, hanno sottoposto a sequestro i locali di un Centro Massaggi di Pradamano.

L’esercizio, gestito da un 52enne cittadino cinese, si presentava, esternamente, come un tradizionale centro estetico, ingentilito da raffinati motivi orientali diretti a suggestionare la clientela a sperimentarne l’atmosfera di delicato e riservato relax.

L’anomalo andirivieni di avventori, tutti di sesso maschile, e la contenuta permanenza all’interno dei locali, avevano, però, spinto i Militari del Nucleo di Polizia Tributaria di Udine ad approfondire il contesto che, già così, iniziava a rivelare gli aspetti tipici di una casa di tolleranza.

Grazie, quindi, ad una serrata attività di indagine, svoltasi anche interpellando direttamente, ed immediatamente, la clientela appena uscita dal Centro, le Fiamme Gialle hanno dimostrato che gli avventori, ben consapevoli della effettiva tipologia del locale, vi si recavano esclusivamente per fruire delle prestazioni sessuali offerte dalle lavoratrici, anch’esse cinesi, a completamento di un massaggio che di estetico aveva solo il nome.

Alcune delle ragazze, naturalmente prive di certificazioni od abilitazioni all’esercizio della professione fisioterapica, erano, peraltro, note con nomi italianizzati di mera fantasia utili, però, nel passaparola dei clienti abituali, per descriverne le doti e mirare all’aumento di domanda per accrescere il volume d’affari.

Grazie alla ricostruzione operata, il titolare, un imprenditore cinese residente a Milano, è stato denunciato alla Procura della Repubblica di Udine per violazione della c.d. Legge Merlin, per aver tollerato ma, soprattutto, sfruttato l’esercizio del meretricio all’interno dei locali da lui gestiti.

Ne è seguita, su ordine dell’Autorità Giudiziaria, una perquisizione dei locali grazie alla quale sono stati acquisiti ulteriori spunti che hanno, poi, portato, su proposta dei militari, condivisa dalla Procura della Repubblica di Udine e da questa formulata al Tribunale alla sede, al sequestro preventivo del Centro Massaggi, funzionale ad impedirne la prosecuzione dell’attività.

Nel corso delle operazioni, i Finanzieri hanno rinvenuto e sottoposto a sequestro ulteriore documentazione e 1.500 euro in contanti, provento delle prestazioni rese nelle ore precedenti.

La posizione fiscale della ditta è ora al vaglio dei militari, chiamati a ricostruirne il reddito effettivamente incassato dalla remunerativa, ma illecita, attività esercitata.

Spaccata notturna presso un concessionario di motociclette a Tavagnacco. Ingenti danni

Spaccata notturna presso un concessionario di motociclette a Tavagnacco. Ingenti danni

Udine - Un ennesimo furto con spaccata notturna si è verificato in una rivendita di veicoli. Il fatto è avvenuto in via Nazionale a Tavagnacco (Ud) presso la concessionaria Ducati.

Nella notte tra mercoledì 14 e giovedì 15 dicembre, ignoti rapinatori hanno irrotto con un furgone Ariete nel negozio ed hanno velocemente caricato sul veicolo tre delle motociclette in esposizione, di notevole valore commerciale.

Nelle primissime ore del mattino di giovedì è scattato all'allarme anti-intrusione e quindi sul posto è intervenuta la vigilanza privata e il titolare dell’esercizio.

Gli scassinatori nell’azione criminosa hanno danneggiato altre moto che erano in esposizione causando ulteriori danni.

Indagini sono in corso da parte delle Forze dell’Ordine del capoluogo friulano.

 

 

 

 

 

 

 

Chi siamo

Direttore: Maurizio Pertegato
Capo redattore: Tiziana Melloni
Redazione di Trieste: Serenella Dorigo
Redazione di Udine: Fabiana Dallavalle

Pubblicità

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Privacy e cookies

Privacy policy e cookies

Questo sito è impostato per consentire l'utilizzo di tutti i cookie al fine di garantire una migliore navigazione. Se si continua a navigare si acconsente automaticamente all'utilizzo. Per comprendere altro sui cookie e scoprire come cancellarli clicca qui.

Accetto i cookie da questo sito.