• Home
  • Attualità
  • Cronaca
  • Spettacoli
  • Cultura
  • Benessere
  • Magazine
  • Video
  • EN_blog

Mer02282024

Last updateLun, 27 Feb 2017 8pm

Star bene

Città e marine a misura di tutti i cittadini e di tutti i turisti

Città e marine a misura di tutti i cittadini e di tutti i turisti

Progettare città e territori accessibili per turisti e cittadini diversamente abili - e quindi di più facile uso per tutti - è l'obiettivo che si è proposta la Federalberghi di Trieste, facendosi promotrice di un progetto internazionale finanziato con fondi europei. L'avanzamento dei lavori di questo ambizioso programma è stato presentato il 4 giugno presso la Sala convegni del Palace Suite, nel capoluogo giuliano.

Il progetto si chiama ATTRACT ed è l'acronimo di “Activate Tourism Training Resources for Accessible Cities and Towns” (Attivare risorse di formazione nel settore turistico per rendere le città accessibili); è finanziato dalla linea di interventi europei “Lifelong Learning Programme” (Programma di apprendimento permanente), sottoprogramma "Leonardo Da Vinci" e vede il coinvolgimento di sette partner provenienti da 6 paesi dell’Unione Europea: Italia, Slovenia, Croazia, Spagna, Grecia e Regno Unito.

Il progetto ha lo scopo di condividere le buone pratiche applicate nei rispettivi Paesi per individuare la migliore strategia necessaria a rendere accessibile lo spazio urbano di una città a vocazione turistica e valorizzare una nicchia di mercato che, oltre al forte impatto in termini di valore sociale e di civiltà di un territorio, porta con sé un mercato, quello del turismo di persone con disabilità, stimato - solo in Inghilterra - in 2,4 miliardi di Euro all’anno.

Capofila del progetto è Federalberghi Trieste, la cui Presidente Cristina Lipanje, insieme al Presidente di Promotrieste Guerrino Lanci ha presentato i risultati del progetto e gli obiettivi futuri. Sono intervenuti anche il Vicepresidente della Provincia Igor Dolenc e l’Assessore comunale alle disabilità Laura Famulari che hanno espresso il pieno appoggio da parte delle istituzioni da loro rappresentate e la massima soddisfazione per i lavori svolti dai partner del progetto.

Paolo Snidero, esperto per le Politiche Comunitarie della Presidenza del Consiglio e membro del CdA di Consulmarc Sviluppo, ha sottolineato l’importanza di mettere insieme la dinamica sociale con quella economica, mentre il Presidente della Consulta disabili di Trieste Vincenzo Zoccano, soddisfatto di quanto fatto finora e delle prospettive future, ha sottolineato come abbattendo le barriere culturali si abbattono anche le barriere fisiche.

A distanza di due anni, il progetto può considerarsi concluso sotto l’aspetto di ricerca delle best practice e della metodologia per la loro valutazione. La griglia di valutazione elaborata dai partner tiene in considerazione i criteri dettati dalla Strategia Europea sulla Disabilità 2010-2020, dalla Strategia Europa 2020, e i criteri di valutazione standard per i progetti dell’Unione Europa.

Infine, la griglia tiene conto di alcuni criteri fissati dai partner per questo particolare progetto che sono: strategie di apprendimento efficaci; valorizzazione di tecnologia innovativa per l’accessibilità; apporto allo sviluppo economico e sociale locale; coinvolgimento di "stakeholder" (portatori di interessi) locali.
 
Il manuale, risultato di due anni di incontri, confronti e scambi di esperienze tra i partner del progetto, rappresenta il punto di partenza per azioni di collaborazione per lo sviluppo di un turismo accessibile nei centri urbani.
Nello specifico caso di Trieste, la collaborazione tra la Federalberghi, il Consorzio Promotrieste e la Consulta disabili di Trieste ha permesso di contribuire in maniera significativa al progetto. Infatti è prevista la creazione di pacchetti turistici dedicati ai disabili, di cui si prevede il lancio in ottobre, dopo essere stati testati dalla Consulta dei disabili.

Tra le proposte già presenti in Regione, è stata ricordata tra le altre "Easy Action", che consente a chiunque di vivere il mare in piena autonomia e sicurezza. In Friuli Venezia Giulia "Easy Action" promuove progetti ed iniziative sui temi dell'accessibilità dei porti e delle marine, la fruizione delle imbarcazioni da diporto da parte di tutti, la diffusione degli sport del mare integrati.

Da Trieste a Grado in motonave dal 1 giugno

Da Trieste a Grado in motonave dal 1 giugno

Riprende servizio il 1 giugno la linea marittima estiva Grado - Trieste. L'Azienza provinciale di trasporti di Gorizia anche per quest’estate ha confermato le coincidenze (dal 12 giugno) fra la linea extraurbana 1 (tratta Gorizia-Aeroporto-Monfalcone-Grado) e la linea marittima.
Gli utenti, salendo alle fermate di Gorizia, Farra, Gradisca, Ronchi, Monfalcone e Grado Campeggi, arrivano direttamente al Molo Torpediniere di Grado.

Al rientro trovano il mezzo in coincidenza che li riporta alla località di origine.

La linea marittima di trasporto passeggeri APT collega Grado e Trieste per mezzo di una motonave di 26 mtl di lunghezza che può imbarcare fino a 250 passeggeri. Prevede tre partenze al giorno. È possibile imbarcare anche le biciclette, con un piccolo sovrapprezzo.

Orari e informazioni sul sito dell'Apt Gorizia
.

Al via a Camporosso la stagione estiva della telecabina del Lussari

Al via a Camporosso la stagione estiva della telecabina del Lussari

La telecabina del Monte Lussari, che da Camporosso (Ud) conduce in quota, riprenderà il servizio il prossimo weekend - dal 26 maggio - e resterà in funzione sino al primo fine settimana di ottobre. Via, dunque, alla possibilità di ammirare natura, profumi e colori della splendida montagna friulana. Apertura straordinaria per San Giovanni (23 giugno)

La telecabina tarvisiana, che permette agli escursionisti di scoprire il fascino del celebre santuario dedicato alla Madonna e la calda accoglienza dei locali tipici dei dintorni, sarà a disposizione dal lunedì al sabato, dalle 9 alle 17.15 nei giorni feriali, mentre per quanto riguarda domenica e festivi l’apertura è fissata dalle 8.30 alle 18.15. Questo, nel dettaglio, il calendario:

Maggio: 26-27-28
Giugno (primi due weekend): 2-3, poi dal 7 al 10.
Dal 14 giugno al 16 settembre: apertura giornaliera.
Settembre (ultima parte): 22-23 e 29-30
Ottobre: 6-7

In occasione della tradizionale Festa dei Fuochi per la ricorrenza di San Giovanni Battista, il 23 giugno, l’orario continuato di apertura della telecabina del Monte Lussari sarà prolungato fino alle ore 22.30.

Per ammirare il cielo stellato dal Lussari, sono previste altre aperture notturne, che osserveranno l’orario non stop dalle 9 alle 22.45:

10-17-24 agosto
8 settembre

Nelle altre località servite dalla società di gestione degli impianti a fune Promotur, il programma estivo è ancora in fase di definizione, in attesa che i Consorzi Turistici confermino il programma degli eventi in loco.

Non mancano le aspettative da parte del presidente della società, Stefano Mazzolini, per l’apertura della telecabina tarvisiana: «Il Lussari - puntualizza - è un vero e proprio gioiello per l’intero Friuli Venezia Giulia, in grado di attrarre sempre moltissimi visitatori».

«Anche nella stagione estiva - ha concluso - ci auguriamo possano arrivare riscontri importanti di presenze, anche se saremo legati inevitabilmente all’andamento del meteo. Mi auguro che, almeno nei prossimi mesi, il clima possa darci una mano, a differenza di quanto accaduto durante l’inverno; io sono ottimista, confido in un’estate alla grande».

Chi siamo

Direttore: Maurizio Pertegato
Capo redattore: Tiziana Melloni
Redazione di Trieste: Serenella Dorigo
Redazione di Udine: Fabiana Dallavalle

Pubblicità

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Privacy e cookies

Privacy policy e cookies

Questo sito è impostato per consentire l'utilizzo di tutti i cookie al fine di garantire una migliore navigazione. Se si continua a navigare si acconsente automaticamente all'utilizzo. Per comprendere altro sui cookie e scoprire come cancellarli clicca qui.

Accetto i cookie da questo sito.