• Home
  • Attualità
  • Cronaca
  • Spettacoli
  • Cultura
  • Benessere
  • Magazine
  • Video
  • EN_blog

Dom05262024

Last updateLun, 27 Feb 2017 8pm

Max Gazzè al Castello di Udine con un concerto live per la rassegna Udine Vola 2016

Max Gazzè al Castello di Udine con un concerto live per la rassegna Udine Vola 2016

Udine - Max Gazzè torna a grande richiesta in Friuli Venezia Giulia, per un unico live regionale, venerdì 8 luglio, nella splendida cornice del Castello di Udine (inizio ore 21.30).

L'artista, fra i più raffinati ed eclettici del panorama musicale italiano, cantautore fra i più amati dal pubblico, dopo la pubblicazione dell’album “Maximilian” e il fortunato tour invernale, è reduce da un tour europeo che ha toccato le principali città del vecchio continente tra cui Madrid, Parigi, Amsterdam, Londra, Dublino e Berlino.

L’artista presenta live il suo ultimo album in studio, “Maximilian”, pubblicato il 30 ottobre del 2015, dal quale sono stati estratti i fortunati singoli “La Vita Com’è” (disco d’oro), “Mille Volte Ancora” e “Ti Sembra Normale” canzone più trasmessa dalle radio la scorsa settimana, che sarà eseguita dal vivo a Udine, assieme a tutti i grandi successi della sua carriera.

I biglietti per il concerto, organizzato da Zenit srl in collaborazione con la Regione Friuli Venezia Giulia, il Comune di Udine e PromoTurismoFVG “Music & Live” nell’ambito della rassegna “Udine Vola 2016”, evento inserito nel programma di “Udinestate 2016”, sono ancora disponibili alla cassa venerdì 8 luglio dalle ore 18.00.

Barbiere di Siviglia di Piccolo Festival FVG. Soddisfa pienamente il pubblico la prima udinese

Barbiere di Siviglia. Soddisfa pienamente il pubblico la prima udinese

Ha tenuto testa ai numerosi eventi cittadini della Notte Bianca e soprattutto alla partita Italia-Germania: un’ottima prima quella del Il Barbiere di Siviglia firmato da Piccolo Festival FVG che ha debuttato sabato 2 luglio al Teatro Nuovo Giovanni da Udine (Le previsioni meteo troppo incerte hanno infatti convinto la direzione e la regia a spostare lo spettacolo da Villa Manin da Passariano al teatro di Udine).

Un caleidoscopio di travestimenti, serenate notturne, equivoci esilaranti e brani celeberrimi. Il Barbiere di Siviglia, leggendariamente composto da Gioachino Rossini in una dozzina di giorni, va in scena per la prima volta al Teatro Argentina di Roma il 20 febbraio 1816. L’esito della serata, uno dei fiaschi più clamorosi della storia forse organizzato dagli ammiratori di Giovanni Paisiello contrariati di vedere il giovane musicista alla prese con un soggetto già affrontato dall’anziano Maestro, amplifica l’inarrestabile popolarità di questo capolavoro. Opera buffa per eccellenza, a 200 anni dalla prima rappresentazione, l’immortalità del classico viene rimarcata nell'edizione vista a Udine con un adattamento fresco e vincente in cui la cura delle parti recitate e la buona qualità vocale degli interpreti, hanno completamente convinto gli spettatori.

Diretto da Davide Garattini l'allestimento ha convinto e divertito il pubblico che gremiva la platea e prima galleria, . La regia contemporanea, dinamica e giocosa si avvaleva di un ottimo cast: (Il Conte d’Almaviva) Gianluca Bocchino, (Don Bartolo) Giuseppe Esposito, (Rosina) Leyla Martinucci, (Figaro) Gabriele Nani, (Basilio) Abramo Rosalen, (Berta) Francesca Salvatorelli,(Fiorello) Neven Stipanov, (un ufficiale) Christian Federici, (Ambrogio) Claudio Mezzelani Inedita e riuscitissima anche la scenografia che ha ambientato la celebre opera tra le casse verdi di plastica tipiche dei mercati ortofrutticoli. Merito del consolidato team creativo di Garattini: Paolo Vitale per le scenografie e le luci, Giada Masi per i costumi e Anna Aiello come assistente alla regia. Altrettanto efficace l'orchestra di Padova e del Veneto diretta da Federico Santi mentre il coro, diretto dal maestro Federico Lepre, formato grazie ad USCI FVG, unione delle società corali del Friuli Venezia Giulia, con la collaborazione speciale del Coro Tourdion. Giovedì 7 luglio, si replica nella splendida cornice del Castello di S. Giusto.

Con gli Slayer Lignano Sabbiadoro diventa metal

Con gli Slayer Lignano diventa metal

Lignano Sabbiadoro (Ud) - L’Arena Alpe Adria di Lignano Sabbiadoro ritorna il teatro della grande musica internazionale con lo strepitoso happening metal in programma l’11 luglio, unica data in regione, protagonisti sul palco saranno gli statunitensi Slayer.  Band universalmente riconosciuta come fra i maggiori sviluppatori di questo genere musicale, alla pari di gruppi come Metallica, Anthrax e Megadeth. Di oggi grandi notizie per i fan, con l’ufficializzazione di due eccezionali support act per il concerto, quello della band genovese progressive death metal dei Sadist, e  quello dei The Shrine, potente e psichedelica hard rock band americana.

Un grande happening metal dunque, organizzato dalla Città di Lignano Sabbiadoro e Zenit srl, in collaborazione con la Regione Friuli Venezia Giulia e Live Nation, e inserito nel pacchetto “Music&Live” dell’Agenzia PromoTurismoFVG. I biglietti sono ancora in vendita sul circuito Ticketone.

Ma veniamo ad alcune informazioni utili ai tanti appassionati che raggiungeranno l’Arena Alpe Adria di Lignano Sabbiadoro anche da fuori regione e dalle vicine Austria, Slovenia e Croazia.

La biglietteria del concerto aprirà alle ore 18, mentre le porte dell’arena accoglieranno il pubblico a partire dalle 19. Dalle 20 il primo support act, quello dei Sadist. Dalle 21 spazio poi sul palco al secondo support act della serata, quello dei The Shrine, band di Los Angeles. A Lignano i The Shrine avranno il compito di scaldare a dovere il pubblico in attesa dell’arrivo, alle 22, degli Slayer.

Gli Slayer sono tornati prepotentemente sulle scene, grazie alla pubblicazione dell’ultimo album in studio “Repentless”, il quattordicesimo, nominato fra i migliori album del 2015.

Tom Araya, Kerry King, Gary Holt e Paul Bostaph, sono quindi pronti a infiammare Lignano Sabbiadoro in quello che si preannuncia come un grande evento metal dell’estate del Nordest. Gli Slayer si formano a Los Angeles nel 1981, mettendosi subito in luce, oltre che per l’aspetto musicale, anche per il contenuto dei testi, che toccano argomenti forti e controversi.

La band è parte dei cosiddetti “Big Four”, cerchia che include le più gradi band metal di sempre, affiancati quindi a colossi come Metallica, Megadeth ed Anthrax.

Le esibizioni live degli Slayer sono da sempre seguite da migliaia di appassionati del genere, grazie alla qualità dei musicisti e alla grande energia che essi sanno sprigionare durante ogni esibizione.

Info su www.azalea.it  e punti vendita su www.ticketone.it.

 

Chi siamo

Direttore: Maurizio Pertegato
Capo redattore: Tiziana Melloni
Redazione di Trieste: Serenella Dorigo
Redazione di Udine: Fabiana Dallavalle

Pubblicità

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Privacy e cookies

Privacy policy e cookies

Questo sito è impostato per consentire l'utilizzo di tutti i cookie al fine di garantire una migliore navigazione. Se si continua a navigare si acconsente automaticamente all'utilizzo. Per comprendere altro sui cookie e scoprire come cancellarli clicca qui.

Accetto i cookie da questo sito.