• Home
  • Attualità
  • Cronaca
  • Spettacoli
  • Cultura
  • Benessere
  • Magazine
  • Video
  • EN_blog

Ven06142024

Last updateLun, 27 Feb 2017 8pm

TriesteLovesJazz: per un programma ricco di nomi della scena jazz internazionale

TriesteLovesJazz: per un programma ricco di nomi della scena jazz internazionale

Trieste - Promosso dal Comune di Trieste all'interno degli appuntamenti culturali estivi e organizzato dalla Casa della Musica – Scuola di Musica 55, TriesteLovesJazz raggiunge il prestigioso traguardo della decima edizione.

Le linee guida alla base della programmazione di questa prestigiosa decima edizione di TriesteLovesJazz hanno privilegiato la presenza dei grandi nomi della scena jazz statunitense accanto ad artisti italiani ed europei di primissimo livello e naturalmente moltissimi musicisti del panorama triestino e del nordest. Da non dimenticare, inoltre, i forti legami che TriesteLovesJazz ha stabilito nel tempo, e che rinnova ogni anno, con alcuni dei più importanti festival jazz europei.

Spazio alla musica quindi, con ben 34 concerti che si terranno, dall'11 al 25 luglio, in due dei luoghi più suggestivi di Trieste, piazza Verdi e il parco del Museo Sartorio. Chiuderà il festival, il 14 agosto, l'atteso concerto all'alba sul Molo Audace, un appuntamento che, per l'atmosfera e per il luogo, è assolutamente imperdibile.

Ecco alcuni dei grandi appuntamenti che compongono il cartellone TriesteLovesJazz 2016: giovedì 14 luglio salirà sul palco di piazza Verdi il formidabile gruppo Gaia Cuatro (Carlos Buschini: bass, double bass; Gerardo Di Giusto: piano; Aska Kaneko: violin, vocal; Tomohiro Yahiro: drums, percussion), una band composta da due dei più talentuosi musicisti  della scena giapponese e due tra i più creativi e innovatori artisti argentini attivi in Europa: la passione, il calore e il cuore dello spirito sudamericano si incontrano così con l'eleganza giapponese.

Un altro affascinante progetto di altissimo livello è quello proposto dal quartetto Biréli Lagrène (guitar), Antonio Faraò (piano), Gary Willis (bass) e Lenny White (drums) che sarà ospite del festival sabato 16 luglio in piazza Verdi. Una vera e propria “all star band” composta da alcuni dei più apprezzati musicisti della scena jazz internazionale:  Lagrène e Faraò non hanno bisogno di presentazioni vista la loro straordinaria carriera; Gary Willis è il fondatore dei Tribal Tech e un talentuso bassista; Lenny Whyte è un batterista di assoluto talento con al suo attivo collaborazioni con - tra gli altri - Miles Davis nell'album “Bitches Brew” e con Chick Corea in “Return to Ferever”.

TriesteLovesJazzpresenta poi un'autentica star della musica internazionale, Shayna Steele, che si esibirà con la sua band sul palco di piazza Verdi martedì 19 luglio. Un'occasione unica per poter apprezzare il talento musicale di questa cantante con alle spalle una carriera straordinaria, costellata dalle collaborazioni con artisti del calibro di Snarky Puppy, George Clinton, Bette Midler e Rhianna. Amatissima dal pubblico americano,Shayna Steel è stata ospite del David Letterman Show oltre ad aver preso parte dalla serie televisiva de “I Soprano”, aver recitato con John Travolta e aver lavorato in musical famosi come “Rent” “Jesus Christ Superstar” e “Hairspray”. Accompagnata da una band in grado di dare, se possibile, ancora più forza ed energia alla sua voce,  Shayna Steele arriva a Trieste con il suo lungo tour che la porta sui palcoscenici più importanti d'Europa.

I festeggiamenti per il decimo compleanno di TriesteLovesJazz saranno affidati a Mike Stern (guitar), Bill Evans (sax), Daryll Jones (bass) e Keith Carlock (drums) che terranno il concerto per i primi dieci anni del festival lunedì 25 luglio in piazza Verdi. Tutti e quattro sono già stati ospiti del festival nelle passate edizioni e hanno deciso di unire i loro talenti per celebrare al meglio questo speciale anniversario. E TriesteLovesJazz non può che esserne onorato!

Completano il cartellone di TriesteLovesJazz la rinnovata collaborazione con il Conservatorio triestino, che parteciperà al festival con alcuni dei suoi giovani studenti e con alcune band; il sound latino-americano dei Cubanamà, gruppo internazionale con musicisti provenienti da Cile, Cuba, Italia, Slovenia, Tunisia e Venezuela, alcuni dei quali membri della storica band degli Ocho Rios (la più importante band di salsa in Europa); le proposte musicali targate Slovenia, come la Bug Orchestra di Denis Beganovic; il groove carico di humor e talento del quartetto di sax Saxofour e l'omaggio ai grandi nomi della musica italiana del passato, come il compiantoLelio Luttazzi e il novantenne Franco Cerri, padre della chitarra jazz italiana e figura tra le più rappresentative del jazz europeo.

 

Cividale in concerto con l'associazione Gaggia

Cividale in concerto con l'associazione Gaggia

Dopo il grande successo ottenuto dal pianista finlandese Paavali Jumppanen, c'è molta attesa anche per il secondo appuntamento cameristico di giugno organizzato dall’Associazione Gaggia di Cividale del Friuli. Domenica 19, alle 18.00, sarà infatti ospite presso la Fondazione de Claricini di Bottenicco di Moimacco uno dei migliori gruppi di musica da camera italiani, il Quartetto d'archi di Venezia.

Il gruppo, composto da Andrea Vio e Alberto Battiston, violino, Giancarlo di Vacri viola, e da Angelo Zanin, violoncello, è in procinto di completare l’integrale dei quartetti di Beethoven e all’appuntamento friulano porterà proprio una selezione scelta di questa ultima fatica: il programma prevede infatti l’esecuzione di tre quartetti beethoveniani, tra cui l'op. 130, venuta alla luce nell'ultima visionaria, esoterica e rivoluzionaria stagione compositiva del genio di Bonn. Considerata una formazione ai vertici della sua categoria e tra le poche che possono ricoprire il ruolo dei grandi quartetti del passato, il Quartetto di Venezia ha suonato in alcuni tra i maggiori Festival Internazionali in Italia e nel mondo, tra cui la National Gallery a Washington, Palazzo delle Nazioni Unite a New York, Sala Unesco a Parigi, Kissinger Sommer, Klangbogen Vienna, Palau de la Musica Barcellona, Tivoli Copenhagen, Societè Philarmonique a Bruxelles, Konzerthaus Berlin, Gasteig Monaco, Beethovenfest Bonn, Laeiszhalle Hamburg, Buenos Aires - Teatro Colon e Teatro Coliseum, San Paolo, Montevideo.

Ha avuto l'onore di suonare per Sua Santità Papa Giovanni Paolo II e per il Presidente della Repubblica Italiana. Il suo repertorio è estremamente vasto e include, oltre a quello più noto, opere raramente eseguite, come i quartetti di G.F. Malipiero (“Premio della Critica Italiana quale miglior incisione”).

Remo Anzovino e la sua musica nelle Dolomiti Friulane

Remo Anzovino e la sua musica nelle Dolomiti Friulane

Fvg - È stato posticipato a domenica 19 giugno il concerto di Remo Anzovino nelle Dolomiti Friulane, originariamente previsto per domenica 5 giugno, nel prato verde del Pian del Muscul a Claut (PN), a causa delle costanti precipitazioni abbattutesi negli ultimi giorni, che hanno resto inagibile l’area del concerto, e a causa delle pessime previsioni meteo per la giornata di domani. La scelta del rinvio è stata presa dagli organizzatori nella speranza di preservare l’anima di una manifestazione che dalla sua ideazione vuole valorizzare il fascino di un contesto naturale speciale associandolo alla bellezza della musica di Anzovino. Il concerto si svolgerà sempre dalle ore 13 sul Pian del Muscul a Claut (PN) e in caso di nuovo maltempo si terrà all’interno del Palaghiaccio di Claut alle ore 21.

Anzovino si esibirà in un intenso set in piano solo proponendo i suoi più grandi successi e alcune composizioni inedite che faranno parte del suo quinto album di inediti, attualmente in registrazione tra Tokyo, Parigi, Londra e New York, che vedrà la luce alla fine dell’anno.

Il concerto di Remo Anzovino nelle Dolomiti Friulane, che chiude l’edizione 2016 del Festival dei Giovani delle Dolomiti, sarà un concerto speciale perché segna il ritorno del pianista compositore pordenonese nella sua terra, dopo i grandi successi ottenuti a maggio all’Arena di Verona, davanti a 12 mila persone, in apertura ai 2Cellos e a Milano nel campo di erba medica davanti al Bosco Verticale per Piano City, il più importante festival italiano dedicato al pianoforte.

Inizio ore 13:00 – ingresso gratuito

Tutte le info su www.cmfriulioccidentale.it Sito ufficiale festival www.festivalgiovanidolomiti.it Sito ufficiale artista: www.remoanzovino.it

Chi siamo

Direttore: Maurizio Pertegato
Capo redattore: Tiziana Melloni
Redazione di Trieste: Serenella Dorigo
Redazione di Udine: Fabiana Dallavalle

Pubblicità

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Privacy e cookies

Privacy policy e cookies

Questo sito è impostato per consentire l'utilizzo di tutti i cookie al fine di garantire una migliore navigazione. Se si continua a navigare si acconsente automaticamente all'utilizzo. Per comprendere altro sui cookie e scoprire come cancellarli clicca qui.

Accetto i cookie da questo sito.