• Home
  • Attualità
  • Cronaca
  • Spettacoli
  • Cultura
  • Benessere
  • Magazine
  • Video
  • EN_blog

Mer07172024

Last updateLun, 27 Feb 2017 8pm

Inaugurata la mostra di grafica e foto TYPOS14 in memoria dell'artista triestino Marco Stulle: le foto

Inaugurata la mostra di grafica e foto TYPOS14 in memoria dell'artista triestino Marco Stulle: le fo

Trieste - L’associazione TYPOS – nata in memoria del grafico triestino Marco Stulle, morto inaspettatamente a gennaio 2013 a soli quarant’anni – ha inaugurato giovedì 3 luglio alla stazione Rogers la seconda edizione della mostra dedicata al giovane artista: "TYPOS14", che resterà aperta fino all’11 luglio  

“Per il suo secondo evento – spiega Sara Stulle, presidente e sorella del grafico – abbiamo voluto ricordare ancora un aspetto del lavoro di Marco, il Marco fotografo, inserendolo, però, in una collettiva di professionisti da entrambi i mondi. Così abbiamo creato delle coppie di grafico e fotografo, dove il grafico doveva interpretare convisual e tipografia gli scatti del suo fotografo. Ogni coppia ha lavorato su due ritratti e due font, uno storico e uno contemporaneo. E gli scatti li abbiamo voluti ‘diversi’, non necessariamente i classici ritratti che tutti abbiamo in mente, ma anche quello di moda, quello intimista, la foto d’arte, o il ritratto non ritratto, dove manca proprio il viso e la personalità quasi svanisce”.

Dodici i professionisti coinvolti: per la fotografia Maurizio Melozzi, Roberto Pastrovicchio, Giuliano Koren, Al Bruni, Nika Furlani, Marco Stulle. Per la grafica: Matteo Bartoli, Giada Mihelic, Roberto Duse, Igor Bevilacqua, Francesco Furlan, Sara Stulle.

Ecco la fotogallery:

  • typos01
  • typos02
  • typos03
  • typos04
  • typos05
  • typos06
  • typos07
  • typos08


(Credits: Giuliano Koren. Tutti i diritti riservati. Alcune foto sono tratte dal profilo Facebook della Stazione Rogers)

Estate rock - 2: in 70.000 per i Rolling Stones a Roma. C'è anche il Friuli Venezia Giulia. Le foto

Estate rock - 2: in 70.000 per i Rolling Stones a Roma. C'è anche il Friuli Venezia Giulia. Le foto

Roma - Notte da delirio per gli oltre 70.000 fan della musica rock, nella capitale domenica 22 giugno per la prima data del tour "014 On Fire".

I "brutti sporchi e cattivi", universalmente riconosciuti come i mitici Rolling Stones, hanno infiammato il Circo Massimo per due ore esatte percorrendo la loro storia con le canzoni che sono ormai dei cavalli da battaglia.

Mick Jagger, Keith Richards, Charlie Watts, hanno calcato il palco con la tenacia di chi per la musica non conosce età. Il resto lo ha fatto la moltitudine degli spettatori, che hanno cantato a squarciagola.

La serata si è aperta con "Jumpin' Jack Flash"; poi, "It' s only Rock Roll", "Let's spend The Night together", "Streets Of Love".

Tra gli altri brani ascoltati, ricordiamo ancora "Start Me Up", "Miss You", "Honky Tonk Women", "Sympathy For The Devil", "Brown Sugar", "Tumblin' Dice", "You Can't Always Get What You Want", "Satisfaction". Un hit era stato scelto dal pubblico: "Respectable".

Secondo le prime stime, solo un terzo dei partecipanti al megaconcerto poteva fregiarsi del titolo di "romano de Roma". Più di 50mila spettatori provenivano infatti da tutte le regioni d'Italia, Friuli Venezia Giulia, compreso, e da molti Paesi del mondo.

Numerosi infatti i turisti che hanno approfittato del loro soggiorno nella città eterna per ascoltare una band che s'incammina anche lei verso l'eternità.

Il sindaco di Roma Ignazio Marino - presente in prima fila domenica sera - ha definito il concerto come l'evento che ha unito "la storia del rock all'interno della storia del mondo".

Ecco le foto di Serenella Dorigo:

  • ars2014009
  • ars2014011
  • ars2014012
  • ars2014013
  • ars2014015
  • ars2014017
  • ars2014018
  • ars2014019
  • ars2014020
  • ars2014025
  • ars2014026
  • brs2014002
  • brs2014005
  • brs2014007
  • brs2014008
  • brs2014009
  • brs2014010
  • brs2014011
  • brs2014012
  • brs2014013
  • brs2014014
  • brs2014015
  • brs2014016
  • brs2014017
  • brs2014018
  • brs2014019
  • brs2014020
  • brs2014021
  • brs2014022

Estate rock - 1: i Pearl Jam a Trieste. In 35.000 allo stadio "Nereo Rocco". Le foto

Estate rock - 1: i Pearl Jam a Trieste. In 35.000 allo stadio

Trieste - Pubblico giunto da tutto il Friuli Venezia Giulia, dalle vicine Austria, Slovenia e Croazia per il secondo appuntamento italiano della band guidata dalla celebre voce di Eddie Vedder, domenica 22 giugno alle 21.

Dopo la "prima" milanese a San Siro il 20 giugno, i Pearl Jam, gruppo formatosi a Seattle nel 1990, hanno trascinato i circa 35.000 spettatori con una scaletta che ha ripreso i maggiori successi della band.

Eddie Vedder, Stone Gossard e Mike McCready alla chitarra, Jeff Ament al basso e Matt Cameron alla batteria hanno eseguito una maratona di brani: Elderly Woman Behind the Counter in a Small Town, Low Light, Black, Sirens, Why Go, Animal, Corduroy, Getaway, Got Some ,Given to Fly, Leatherman, Lightning Bolt, Mind Your Manners, Deep, Come Back, Even Flow, Down, Unthought Known, Infallible, Whipping, Do the Evolution, Rearviewmirror.

I bis: Let Me Sleep, Chloe Dancer/Crown of Thorns, Jeremy, State of Love and Trust, Wasted Reprise/Life Wasted, Porch, Better Man, Once, Alive, Rockin' in the Free World, Yellow Ledbetter.

Ecco le foto di Maurizio Pertegato:

  • pearjam02
  • pearjam04
  • pearjam06
  • pearjam07
  • pearjam08
  • pearjam22
  • pearjam23

Chi siamo

Direttore: Maurizio Pertegato
Capo redattore: Tiziana Melloni
Redazione di Trieste: Serenella Dorigo
Redazione di Udine: Fabiana Dallavalle

Pubblicità

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Privacy e cookies

Privacy policy e cookies

Questo sito è impostato per consentire l'utilizzo di tutti i cookie al fine di garantire una migliore navigazione. Se si continua a navigare si acconsente automaticamente all'utilizzo. Per comprendere altro sui cookie e scoprire come cancellarli clicca qui.

Accetto i cookie da questo sito.