• Home
  • Attualità
  • Cronaca
  • Spettacoli
  • Cultura
  • Benessere
  • Magazine
  • Video
  • EN_blog

Lun05272024

Last updateLun, 27 Feb 2017 8pm

A Trieste la 26ª edizione della rassegna Alpi Giulia Cinema, proiezioni e due concorsi

A Trieste la 26ª edizione della rassegna Alpi Giulia Cinema, proiezioni e due concorsi

Trieste - Si terrà mercoledì 25 novembre 2015, con ingresso libero, al Bar Libreria KNULP, in via Madonna del Mare 7/a (Trieste), la terza giornata della ventiseiesima edizione della Rassegna Alpi Giulie Cinema, organizzata dall’Associazione Monte Analogo, grazie alla collaborazione del Comune di Trieste, il patrocinio della Regione Friuli Venezia Giulia e Provincia di Trieste e l'organizzazione dei volontari di ARCI Servizio Civile.    
Alle ore 18.00 verrà presentato il film “L’alpinista" (Italia-2014) 46’, regia di Natale Fabio Mancari, Giacomo Piumatti.

Agostino Gazzara, detto Gustin, era un operaio della Fiat innamorato dell'alpinismo, che negli anni Cinquanta sognava di percorrere le vie di montagna aperte da alpinisti leggendari come Cassin, Boccalatte e Gervasutti. Oggi Gustin ha conquistato tutte quelle vette, dal Monviso al Cervino fino “ all'università dell'alpinismo”, il Monte Bianco, senza mai dimenticare il mondo da cui proveniva.

Alle ore 20.30 si terrà invece la proiezione del film Ninì (Italia-2014) 65’, regia di Gigi Giustiniani.
Nell’estate del 1932 Gabriele Boccalatte e Ninì Pietrasanta si incontrano sul Monte Bianco: scalano insieme, si innamorano. Da allora fino al 1936, l’anno in cui si sposano, vivono la loro grande stagione alpinistica e aprono, come compagni di cordata, alcune vie più difficili delle Alpi. Per tenere traccia delle loro imprese iniziano a scrivere diari e a fare fotografie. Ninì, una delle pochissime donne alpiniste di quegli anni, porta con sé in parete anche una cinepresa 16mm.

Nel 1937 nasce il loro figlio Lorenzo e nel 1938 Gabriele muore, cadendo da una parete. Ninì abbandona l’alpinismo estremo per continuare la sua vita di madre. Qualche anno dopo la morte di Ninì, avvenuta nel 2000, il figlio Lorenzo ritrova in un baule le immagini girate dalla madre.

Sarà presente in sala Daniele Ietri, presidente dell'Associazione La Fournaise che ha curato la produzione del film.

La rassegna proseguirà mercoledì 2 e 9 dicembre per poi continuare nel 2016 al teatro Miela di Trieste sviluppandosi successivamente  anche in varie sedi della nostra regione e in Croazia.
Scade inoltre il giorno 31 dicembre 2015 la presentazione dei film per partecipare ai due concorsi Premio La Scabiosa Trenta e HELLS BELLS Speleo Award organizzati in parallelo alla Rassegna.

Per l'iscrizione si può scaricare il bando di concorso con le schede di partecipazione dal sito www.monteanalogo.net

Il Premio la Scabiosa Trenta, riservato alle produzioni cinematografiche di autori originari delle regioni alpine del Friuli Venezia Giulia, Slovenia e Carinzia dedicate alla montagna (sport, cultura e ambiente) verrà consegnato il 24 febbraio 2016 al Bar Libreria KNULP quando verranno proiettate le produzioni premiate dalla giuria, formata da autorevoli operatori nel campo della comunicazione, della cultura ed esperti della montagna. Il nome del premio richiama il fiore alpino immaginario cercato per una vita dal grande pioniere delle Alpi Giulie, Julius Kugy.

Un artista scelto nell'ambito regionale interpreta questo fiore che costituisce il principale riconoscimento del concorso. Viene assegnato anche un premio per il miglior soggetto, intitolato alla memoria di Luigi Medeot, direttore della rivista Alpinismo Goriziano e componente del GISM (Gruppo Italiano Scrittori di Montagna). Il Premio è giunto alla ventunesima edizione.

Dal 2012 si tiene inoltre, in collaborazione con la Commissione Grotte Eugenio Boegan Società Alpina delle Giulie, Sezione CAI di Trieste, HELLS BELLS Speleo Award.

Ultimo nato della famiglia Alpi Giulie Cinema il concorso è dedicato specificamente a documentari, reportages e fiction di speleologia: girati dunque nel complesso e molto poco sconosciuto mondo ipogeo.

Creato appena da tre anni, anche grazie alla prestigiosa collaborazione con le sezioni di speleologia del Club Alpino Italiano, il premio ha avuto immediatamente un grande successo, sia di pubblico, anche qui internazionale, sia di opere presentate, le quali hanno messo lo spettatore davanti a una vera e propria maratona visiva di oltre 7 ore, con filmati da Slovenia, Croazia, Francia, Inghilterra, Messico e naturalmente Italia.

Le produzioni premiate verranno proiettate al Teatro Miela il 17 febbraio 2016.

Chi siamo

Direttore: Maurizio Pertegato
Capo redattore: Tiziana Melloni
Redazione di Trieste: Serenella Dorigo
Redazione di Udine: Fabiana Dallavalle

Pubblicità

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Privacy e cookies

Privacy policy e cookies

Questo sito è impostato per consentire l'utilizzo di tutti i cookie al fine di garantire una migliore navigazione. Se si continua a navigare si acconsente automaticamente all'utilizzo. Per comprendere altro sui cookie e scoprire come cancellarli clicca qui.

Accetto i cookie da questo sito.