• Home
  • Attualità
  • Cronaca
  • Spettacoli
  • Cultura
  • Benessere
  • Magazine
  • Video
  • EN_blog

Sab05252024

Last updateLun, 27 Feb 2017 8pm

Segreti del Carso: a Ferragosto è andato in scena lo struccolo cotto con 580 uova. Le foto

Segreti del Carso: a Ferragosto è andato in scena lo struccolo cotto con 580 uova. Le foto

Trieste - In sole due occasioni durante l'anno c'è la possibilità di degustare un dolce famoso e tipico del Carso: lo struccolo cotto - KUHANI STRUKLJI .  

A Repentabor (Monrupino, TS) nei giorni di festa a ridosso del ferragosto (14, 15 e 16) per la festa della Madonna e del patrono del comune di Monrupino (S. Rocco), si usa evocare un’antica tradizione: non si sa con certezza quando sia nata, forse risale all’epoca Austrungarica, ma si tramanda da madre a figlia per festeggiare eventi importanti dove si usava raccogliersi tutti assieme .  

130 kg di noci , 40 kg di zucchero, 80 kg di farina, 580 uova, sono una parte degli ingredienti che sono stati necessari per soddisfare le circa 3000 persone che hanno fatto sosta alla rocca di Monrupino.

Il resto è top secret, gelosamente custodito nella mente degli anziani che daranno lo "scrigno" ai giovani che negli anni impareranno a fare questa specialità carsica.

Per poter offrire questa prelibatezza ci vogliono due ore di lavoro in cui fasi diverse e delicate decretano il successo finale.  

La pasta sfoglia è fatta a mano e stirata con un apparecchio apposito che ne confeziona la giusta misura. Si lascia riposare. Poi la sfoglia viene riempita dei segreti di questo dolce e lasciata riposare per una seconda volta.

Il riposo varia a seconda della temperatura ambientale (in estate i tempi sono corti). Poi lo struccolo-KUHANI STRUKLJI viene avvolto in stoffe di cotone e lino che sono salvati con una cura maniacale per restare bianchi e senza cattivi odori che pregiudicherebbero la qualità di questo dolce.

A questo punto c'è la fase della cottura in acqua bollente, che è molto delicata, perché se l'acqua ha la temperatura sbagliata, il dolce si distrugge ed è immangiabile. 20 minuti su un lato e altri 20 minuti sull'altra parte e poi tolti i panni si guarnisce con burro e zucchero fusi.

A questo punto viene tagliato a porzioni doppie e pronte per essere divorate. Vicino allo strudel cotto si può degustare il Teran, un vino forte tipico della zona carsica.

Qui la galleria di foto a cura di Stefano Savini:

  • PW3A0001REPENTABOR2016
  • PW3A0002REPENTABOR2016
  • PW3A0004REPENTABOR2016
  • PW3A0006REPENTABOR2016
  • PW3A0007REPENTABOR2016
  • PW3A0009REPENTABOR2016
  • PW3A0011REPENTABOR2016
  • PW3A0012REPENTABOR2016
  • PW3A0017REPENTABOR2016
  • PW3A0018REPENTABOR2016
  • PW3A0019REPENTABOR2016
  • PW3A0026REPENTABOR2016
  • PW3A0027REPENTABOR2016
  • PW3A0028REPENTABOR2016
  • PW3A0029REPENTABOR2016
  • PW3A0032REPENTABOR2016
  • PW3A0035REPENTABOR2016
  • PW3A0037REPENTABOR2016
  • PW3A0038REPENTABOR2016
  • PW3A0043REPENTABOR2016
  • PW3A0048REPENTABOR2016
  • PW3A0053REPENTABOR2016
  • PW3A0057REPENTABOR2016
  • PW3A0060REPENTABOR2016
  • PW3A0062REPENTABOR2016
  • PW3A0063REPENTABOR2016
  • PW3A0065REPENTABOR2016
  • PW3A0068REPENTABOR2016
  • PW3A0069REPENTABOR2016
  • PW3A0071REPENTABOR2016
  • PW3A0075REPENTABOR2016
  • PW3A0085REPENTABOR2016
  • PW3A0087REPENTABOR2016

Chi siamo

Direttore: Maurizio Pertegato
Capo redattore: Tiziana Melloni
Redazione di Trieste: Serenella Dorigo
Redazione di Udine: Fabiana Dallavalle

Pubblicità

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Privacy e cookies

Privacy policy e cookies

Questo sito è impostato per consentire l'utilizzo di tutti i cookie al fine di garantire una migliore navigazione. Se si continua a navigare si acconsente automaticamente all'utilizzo. Per comprendere altro sui cookie e scoprire come cancellarli clicca qui.

Accetto i cookie da questo sito.