• Home
  • Attualità
  • Cronaca
  • Spettacoli
  • Cultura
  • Benessere
  • Magazine
  • Video
  • EN_blog

Dom07212024

Last updateLun, 27 Feb 2017 8pm

Treni regionali, niente tagli: sono salvi i collegamenti tra i capoluoghi del Fvg e Mestre

Treni regionali, niente tagli

Roma - "Trenitalia non taglierà i collegamenti ferroviari tra il Friuli Venezia Giulia e il Veneto". Lo ha annunciato l'assessore regionale alle infrastrutture, Riccardo Riccardi, al termine del confronto avvenuto il 7 agosto con Trenitalia, al ministero dei Trasporti, a Roma.

Riccardi si è detto "molto soddisfatto del risultato raggiunto, frutto del lavoro fatto insieme alle altre Regioni e Province autonome", presenti al tavolo ministeriale, ed ha espresso il proprio ringraziamento per la sensibilità dimostrata dai rappresentanti del ministero dei Trasporti e di quello dell'Economia, oltre che dai colleghi delle altre amministrazioni regionali, sulla opportunità di non penalizzare in alcun modo il servizio di trasporto pubblico su rotaia.

Ai rappresentanti dei due ministeri l'assessore Riccardi ha anche chiesto che "le valutazioni per l'attribuzione delle risorse per i servizi ferroviari non possono essere definite in modo lineare. Ogni regione - ha sottolineato - ha le sue dinamiche, che devono essere considerate e rispettate".

Secondo quanto annunciato nelle scorse settimane, Trenitalia, secondo il suo proprio programma, aveva intenzione di operare forti riduzioni dei collegamenti ferroviari con tutti e quattro i capoluoghi regionali, con soppressioni che sarebbero state attuate in tre fasi.

Trenitalia aveva deciso i tagli per una possibile consistente riduzione delle risorse messe a disposizione da parte dello Stato, che dopo il confronto dovrebbe essere evitata.

I treni regionali a rischio viaggiano sulle due direttrici che collegano Trieste al nodo di Venezia Mestre, denominate rispettivamente linea "alta" n. 14 Trieste-Udine-Venezia e la linea "bassa" n. 13 Trieste-Portogruaro-Venezia.

I primi due collegamenti che avrebbero dovuto essere soppressi, già in questi giorni, e invece sono stati salvati, sono:
2476 Trieste-Udine-Venezia delle 20.42;
2219 Venezia-Trieste via Portogruaro delle 0.21.

La seconda fase di tagli, a far data dal 9 settembre 2012, prevedeva la soppressione di 3 ulteriori treni:

2204 Trieste - Venezia via Portogruaro delle 18.44;
2474 Venezia - Udine delle 23.56;
2471 Udine-Trieste delle 00.03.

Era, infine, prevista una terza fase, entro ottobre 2012, che avrebbe comportato il taglio di ulteriori 6 treni:

2469 Udine-Venezia delle ore 18.07;
2470 Venezia-Udine delle ore 22.04;
2460 Trieste-Udine delle 12.56;
2455 Udine-Trieste delle 15.56;
2209 Venezia-Trieste via Portogruaro delle 13.11;
2220 Trieste-Venezia delle 16.44.

Il programma di tagli è, almeno per il momento, scongiurato.

Chi siamo

Direttore: Maurizio Pertegato
Capo redattore: Tiziana Melloni
Redazione di Trieste: Serenella Dorigo
Redazione di Udine: Fabiana Dallavalle

Pubblicità

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Privacy e cookies

Privacy policy e cookies

Questo sito è impostato per consentire l'utilizzo di tutti i cookie al fine di garantire una migliore navigazione. Se si continua a navigare si acconsente automaticamente all'utilizzo. Per comprendere altro sui cookie e scoprire come cancellarli clicca qui.

Accetto i cookie da questo sito.