• Home
  • Attualità
  • Cronaca
  • Spettacoli
  • Cultura
  • Benessere
  • Magazine
  • Video
  • EN_blog

Mer07172024

Last updateLun, 27 Feb 2017 8pm

I benefici dei grassi omega 3: indispensabili per il cervello

I benefici dei grassi omega 3: indispensabili per il cervello

Cosa sono gli acidi grassi Omega 3

Gli acidi grassi Omega 3, come suggerisce il nome stesso, sono dei grassi essenziali, così chiamati perché risultano indispensabili per il nostro organismo che però non ne produce a sufficienza.
I loro benefici infatti si basano su un consumo giornaliero di almeno 3 g e da diverse fonti di cibo.

Quali cibi contengono i grassi Omega 3

Molti sapranno che il pesce è l'alimento che contiene, più di tutti gli altri cibi, una concentrazione importante di Omega 3. In particolare salmone, trota, sgombro, pesce spada, alici andrebbero mangiati 2-3 volte a settimana. Negli anni '70 una ricerca sugli Inuit, popolazione che si nutre soprattutto di pesce, scoprì che il loro cuore e la salute generale rispetto agli europei era migliore.

Per chi invece non ama il pesce le possibilità sono 2: mangiare quei cibi diversi dal pesce che li contengono: tra gli altri prodotti che sono ricchi questi "grassi buoni" ci sono noci, nocciole, mandorle, soia, alghe, verdura a foglia verde scuro, cereali e legumi come ceci, lenticchie, fagioli, piselli.

C’è però da dire che a seconda delle stagioni può essere difficile reperire gli alimenti ricchi di questi acidi essenziali ma un ottimo rimedio per assumerli in modo costante è procurarsi integratori di grassi omega 3 su siti come glucosamine.com, che forniscono dei prodotti specifici in grado di garantire l'apporto sufficiente di omega 3 in ogni periodo dell'anno. 


I benefici degli Omega 3

Questi "grassi buoni" hanno benefici molto importanti per il corpo umano, a cominciare dalla prevenzione delle malattie cardiovascolari come infarto, ictus, trombosi, ecc.


Aiutano infatti a mantenere bassi sia i livelli di colesterolo "cattivo" che nel tempo può ostruire le arterie che quelli della pressione arteriosa.

Svolgono anche un'importante azione contro i radicali liberi, cioè l'invecchiamento cellulare.


A tale proposito una ricerca condotta in Svezia presso l'università di Uppsala ha voluto indagare sugli effetti di 250 soggetti, di sesso maschile e femminile, che hanno seguito un'alimentazione ricca di Omega 3, per capire se questa migliorasse le capacità cognitive e anche se potesse aumentare il volume del cervello in persone di età compresa tra i 70 e i 75 anni.

Il risultato è stato evidente per quanto riguarda i benefici per le capacità cognitive. Gli studiosi infatti hanno registrato miglioramenti anche nei livelli di attenzione, nel comportamento e nelle capacità visive.
Ancora più importante è stato il ruolo di un particolare acido grasso come il DHA che si ritiene responsabile della prevenzione rispetto ai danni provocati dal morbo di Alzheimer: il cervello insomma è protetto da malattie degenerative e preservato da disturbi psichiatrici.


Rispetto a chi segue una dieta povera di Omega 3 si è notato che le differenze in senso migliorativo delle capacità cognitive sono marcate. Non hanno però riscontrato un aumento del volume del cervello  in zone definite, dal quale pare dipenda la degenerazione cognitiva.


Non rimane che sperimentare quanto possano far bene.

Chi siamo

Direttore: Maurizio Pertegato
Capo redattore: Tiziana Melloni
Redazione di Trieste: Serenella Dorigo
Redazione di Udine: Fabiana Dallavalle

Pubblicità

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Privacy e cookies

Privacy policy e cookies

Questo sito è impostato per consentire l'utilizzo di tutti i cookie al fine di garantire una migliore navigazione. Se si continua a navigare si acconsente automaticamente all'utilizzo. Per comprendere altro sui cookie e scoprire come cancellarli clicca qui.

Accetto i cookie da questo sito.