• Home
  • Attualità
  • Cronaca
  • Spettacoli
  • Cultura
  • Benessere
  • Magazine
  • Video
  • EN_blog

Dom05262024

Last updateLun, 27 Feb 2017 8pm

Radioamatore 50°: sguardo al passato e volontà di innovare, mostre storiche e novità tecnologiche

Radioamatore 50°: sguardo al passato e volontà di innovare, mostre storiche e novità tecnologiche

Pordenone - È stata inaugurata il 25 aprile la rassegna “Radioamatore Hi-Fi Car” alla Fiera di Pordenone, la grande mostra mercato di elettronica, informatica, hi-fi car e tuning che festeggia quest’anno la sua 50ª edizione e sarà aperta al pubblico sabato 25 e domenica 29 aprile.

Secondo le previsioni degli organizzatori questa potrebbe essere un’edizione con pubblico da record dopo il boom di contatti sul web che hanno sfiorato i 200.000 sui social network mentre sono più di 20.000 le pagine scaricate dal sito www.radioamatorepordenone.it, un quarto da dispositivi mobile.

La storia della manifestazione è stata ricordata durante la cerimonia di inaugurazione avvenuta alle ore 10.30 nell’Arena App Days al padiglione 5. Una targa ricordo è stata consegnata ai radioamatori della sezione ARI di Pordenone che hanno fondato questa manifestazione nel 1966 e al rag. Albano Testa, ex segretario generale di Pordenone Fiere, che ha avuto l’intuizione, qualche anno dopo, di subentrare nell’organizzazione dell’evento che da allora è diventato leader in Italia e secondo in Europa dopo la Fiera Ham Radio di Friedrichshafen in Germania.

Qui il video:

Il segreto del successo di questa manifestazione è la sua capacità di allargare i confini originari, di anticipare le tendenze del settore, gli interessi degli utenti più giovani e presentare tutte le ultime novità tecnologiche pur mantenendo fede alla sua mission che è quella di fiera low cost dedicata al mondo della radiantistica, al fai da te elettronico e informatico con un’anima libera e indipendente. Prossimo obiettivo: il mondo dello sviluppo software nel quale Fiera del Radioamatore entra come protagonista con gli eventi APP Days.

Si tratta di un forum dedicato ad approfondire la conoscenza delle piattaforme Apple IOS, Windows Mobile, Android e Linux Ubuntu : lo scopo è quello di aiutare gli appassionati ad usare tutti le funzioni dei propri computer, tablet e smartphone ma anche di insegnare o approfondire la conoscenza del linguaggio di programmazione.

Radioamatore 50 entra subito nel vivo sabato con i primi eventi in programma: alle ore 11.15 nella Sala Convegni Zuliani la conferenza storica dal titolo: “Dentro al Personal Computer batte un cuore ITALIANO” organizzata dall’ITIS Kennedy di Pordenone. Durante l’incontro sono stati presentati esempi di successo di imprenditori italiani che sono diventati leader mondiali nel campo dell’elettronica e dell’informatica.

Si parte da Adriano Olivetti fondatore di un’azienda che ha dominato il mondo per anni nel settore del personal computer. Al successo di questa azienda ha contribuito anche il sacilese Giovanni De Sandre, progettista insieme a Pier Giorgio Perotto dell’Olivetti Programma 101, o P101.

Si tratta del primo personal computer al mondo, digitale, programmabile, piccolo ed economico con disegno avveniristico, sviluppato dalla Olivetti negli anni tra il 1962 e il 1964 e prodotto tra il 1965 e il 1971. Durante il convegno sarà raccontata la storia anche di Federico Faggin, ingegnere vicentino capo progetto dell'Intel 4004, il primo microprocessore mai realizzato.

Sua la frase: "l'essenza del mio microprocessore è il suo design in silicio". E di design, o meglio, di Computer Art Design parla anche Gian Paolo Cremonesini, titolare di un storico negozio di informatica a Pordenone che ha messo a disposizione di Fiera del Radioamatore il suo museo di prodotti e attrezzature Olivetti visitabile all’interno del padiglione 5.

Nel pomeriggio, alle ore 15 nella Sala Frog Byte del padiglione 1 è in programma il convegno “Videogioco - Istruzioni per l'uso: comprendere videogiochi e società di oggi” a cura dell’Associazione StreamFighters. L’incontro affronta il rapporto dei giovani con i videogiochi e i dispositivi tecnologici in generale con l’obiettivo di sfatare i falsi miti e identificare i reali pericoli per consentire ai genitori di interpretare correttamente questo mondo variegato e in continua evoluzione.

(Video a cura di Maurizio Pertegato)

Chi siamo

Direttore: Maurizio Pertegato
Capo redattore: Tiziana Melloni
Redazione di Trieste: Serenella Dorigo
Redazione di Udine: Fabiana Dallavalle

Pubblicità

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Privacy e cookies

Privacy policy e cookies

Questo sito è impostato per consentire l'utilizzo di tutti i cookie al fine di garantire una migliore navigazione. Se si continua a navigare si acconsente automaticamente all'utilizzo. Per comprendere altro sui cookie e scoprire come cancellarli clicca qui.

Accetto i cookie da questo sito.