• Home
  • Attualità
  • Cronaca
  • Spettacoli
  • Cultura
  • Benessere
  • Magazine
  • Video
  • EN_blog

Mer02082023

Last updateLun, 27 Feb 2017 8pm

Numero unico 112 da attivare in FVG: il consigliere forzista Novelli si rivolge al Prefetto

Numero unico 112 da attivare in FVG: il consigliere forzista Novelli si rivolge al Prefetto

FVG - Era stato annunciato come pienamente operativo su tutto il FVG entro il 2016 ed era stato prorogato a marzo-aprile 2017 il servizio 112, il Numero Unico di Emergenza Europeo (NUE), per ogni caso di emergenza, sia essa sanitaria o di pubblica sicurezza.

Ora, dopo aver rivolto alla Giunta numerose sollecitazioni e interrogazioni sul tema, il consigliere regionale Roberto Novelli (Fi) si rivolge al Prefetto di Udine per rappresentare la situazione nelle sue criticità.

L’attivazione, secondo gli intenti dell’amministrazione regionale, dovrebbe avvenire entro il 14 marzo (Udine e Gorizia) e il 4 aprile (Pordenone e Trieste).

Il 112 sostituirà gradualmente gli altri numeri (113, 115 e 118) per effetto del Protocollo d'intesa sottoscritto il 31 maggio 2016 a Roma dalla presidente della Regione Friuli Venezia Giulia Debora Serracchiani e dal ministro dell'Interno Angelino Alfano.

La Regione in tal modo ha aderito alle direttive europee al fine di rendere più efficace ed efficiente il servizio di pronto intervento e di soccorso in tutti i suoi ambiti.

Il nuovo Call Center, in cui lavoreranno in tutto 29 operatori, troverà base operativa a Palmanova nella sede della Protezione civile regionale.

Tuttavia il consigliere forzista denuncia quello che a suo parere è uno stallo del programma, a partire dalla selezione dei 29 operatori necessari per garantire la funzionalità 24 ore su 24 del sistema.

Secondo Novelli "La gestione del percorso che dovrebbe portare all'attivazione del Numero unico dell'emergenza (Nue) in Friuli Venezia Giulia suscita serie preoccupazioni. Visto che la Giunta regionale è immobile di fronte alle mie continue sollecitazioni in merito, ho deciso di rivolgermi direttamente al prefetto di Udine per rappresentargli tutte le criticità".

Il consigliere regionale di Forza Italia ha inviato una lettera al rappresentante del Governo del territorio in cui avrà sede la Centrale unica dell'emergenza, dopo aver già scritto molte interrogazioni sul tema a partire dal 2014, alle quali la Giunta non ha mai dato risposta.

"Le mie preoccupazioni, condivise da molti operatori dell'emergenza/urgenza regionale - rileva Novelli -, derivano da ripetute segnalazioni di criticità ancora non risolte che potrebbero azzoppare in partenza la funzionalità e l'efficacia del Nue, mettendo in serio rischio la sicurezza dei cittadini".

Così i fatti raccontati dal consigliere: dopo la graduatoria per la selezione degli operatori del 112, annullata per via di un candidato che aveva confessato di conoscere le domande, a Palmanova si è tenuta una nuova selezione dove solo 3 candidati sono risultati idonei, che aggiunti ai 12 pescati precedentemente dal Comparto unico, vanno a coprire solo la metà dei 29 che servono a garantire l'operatività 24 ore su 24 del Nue.

"Insomma - prosegue l'esponente di Forza Italia - la Centrale unica dovrebbe garantire la copertura totale delle emergenze in regione, invece sia 112 che 118 si trovano ancora in alto mare. Cambia il numero, ma non l'inefficienza della Giunta Serracchiani: il bando per operatori del 118 che andranno a lavorare a Palmanova ha avuto lungaggini e complicazioni, il software di gestione è stato bocciato dagli addetti ai lavori, per non parlare delle problematiche che la gestione delle emergenze ha sul piano operativo per il personale sanitario".

"In una nota del 3 novembre 2015, la Giunta assicurava che la Regione sarà operativa con l'attivazione della Centrale unica di risposta entro l'estate 2016. Siamo già arrivati al 2017 e i ritardi non sembrano cessare e non si comprende come, in queste condizioni, possa essere rispettato il traguardo di far partire il 112 nelle province di Udine e Gorizia il 14 marzo e di andare a regime con Pordenone e Trieste il 4 aprile".

Se si aggiunge che i selezionati dovranno fare un corso di formazione di tre settimane per diventare a tutti gli effetti operatori del 112, ecco che Novelli di dice seriamente preoccupato e per questo ha deciso di informare il prefetto.

Chi siamo

Direttore: Maurizio Pertegato
Capo redattore: Tiziana Melloni
Redazione di Trieste: Serenella Dorigo
Redazione di Udine: Fabiana Dallavalle

Pubblicità

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Privacy e cookies

Privacy policy e cookies

Questo sito è impostato per consentire l'utilizzo di tutti i cookie al fine di garantire una migliore navigazione. Se si continua a navigare si acconsente automaticamente all'utilizzo. Per comprendere altro sui cookie e scoprire come cancellarli clicca qui.

Accetto i cookie da questo sito.